Conosci il valore del rame oggi? Ecco quanto vale: “Pazzesco”

Le risorse di tipo minerario hanno avuto fin dalla Preistoria un ruolo fondamentale per il successo e lo sviluppo delle civiltà, dapprime quelle molto “primitive” che sono divenute nel corso delle generazioni sempre più diversificate ed importanti. Il rame è stato probabilmente il primo materiale ” utile ” per lo sviluppo di utensili ed oggetti, addirittura prima del ferro, ed in combinazione con altri metalli è stato possibile sviluppare fin da epoche parecchio antiche oggetti di ogni tipo, dalle armi fino a quasi tutto di immaginabile. Il valore del rame oggi è strutturato in maniera precisa, seppur in metodologie diverse rispetto ai metalli preziosi.

Ma quanto può valere un preciso ammontare di rame al giorno d’oggi?

Il termine non è così spiccatamente preciso come per altre risorse simili. Ma è comunque possibile ottenere un guadagno importante da un ammontare non per forza elevato di rame.

Prezzo del rame in aumento, qual è il suo valore oggi?

valore rame oggi

Non è classificato tra i metalli nobili, dove ad esempio viene incluso l’argento, il platino e ovviamente l’oro, ma il rame mantiene ottime proprietà di tipo conduttivo e nell’ambito della conduttività. La comunicazione senza fili si è “retta” sui cavi in rame che sono ancora utilizzati massicciamente in varie lavorazioni , ed è ancora una delle risorse di transizione maggiormente impiegate per lo svilupp di metalli.

Si è da tempo raggiunto una forma di equilibrio tra le differenziate forme di raccolta di rame e di riciclo di questo materiale che è ancora particolarmente remunerativo nella variante usata: moltissime economie di tipo estrattivo si “sostengono” anche e soprattutto con il rame usato, che in “piccolo” è ancora fondamentalmente necessario.

Il rame viene venduto soprattutto a peso, quindi come una risorsa “grezza”, nella variante usata, mentre quello puro deve  essere obbligatoriamente lavorato per essere effettivamente utile, da solo o “legato” con altri metalli: è anche uno dei metalli che viene più riciclato, e questo fa in parte aumentare e ridurre il costo medio: dal punto di vista del prezzo infatti in circa 3-4 anni il costo al kg è oscillato tra i 3-4 euro fino a superare i 10 euro.

Dal punto di vista il rame è oggi generalmente considerata una risorsa stabilmente legata intorno ai 4 euro al kg, anche se il costo di varianti raffinate, può essere diversificato: a seconda della qualità e della quantità, può  valere tra i 2 euro fino a oltre 9 euro. Con la seconda parte del 2024 il prezzo del rame potrebbe aumentare sensibilmente.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI