Cerca una moneta con il buco: sai quanto può valere oggi?

Le monete fanno parte della storia umana da tantissimo tempo, sicuramente millenni interi, avendo corrisposto una forma di passaggio fondamentale dal tradizionale baratto all’idea di forza economica radicata in oggetti dal valore più o meno evidenziato da vari concetti. Già le antiche civiltà hanno sviluppato delle entità spesso statali in grado di sviluppare delle emissioni valutarie, ed i grandi imperi del passato hanno fatto esattamente ricorso anche alle monete per diffondere la propria cultura ed influenza. Varie realtà hanno anche posto delle forme di moneta dalla forma particolare o con un buco al centro.

E’ qualcosa di abbastanza diffuso ancora oggi, ma la funzione di alcune realtà che sviluppano monete con il buco suscita ancora oggi una naturale curiosità.

Perchè alcune monete hanno un buco al centro? E quanto possono valere?

Moneta con il buco: sai quanto può valere oggi?

monete con il buco

In modo ovviamente diverso, ogni cultura ha sviluppato sicuramente delle motivazioni che però non sono sempre chiare: a partire da una questione di riconoscibilità al tatto anche per i non vedenti in quanto il foro costituisce un tratto distintivo tipico, ma per alcuni ha avuto anche un senso dal punto di vista pratico in quanto in fase di conteggio (a mo di pallottoliere insomma) le monete con il buco potevano essere impiegate con uno spago al centro.

Ma anche per una questione di sicurezza infatti le monete in questione se ingerite possono essere delle salvavita in quanto il foro permette il passaggio di aria evitando così il soffocamento, condizione assolutamente non trascurabile.

Resta un tratto distintivo di alcuni paesi ad esempio la Danimarca, che in varie valute come le monete da  1, 2 e 5 corone presentano un buco al centro, e diverse monete orientali come quelle giapponesi da 5 e 50 yen.

Il valore di queste monete naturalmente è perfettamente identico a tutte le altre ma sono spesso usate come souvenir particolare.

Discorso diverso se la moneta presenta un buco “non concepito appositamente” ad esempio frutto di un errore di conio, in questo caso si tratta di qualcosa non concepito di proposito e che può portare il valore di un’emissione anche da 5 fino a 20 volte il valore facciale.

Se il buco è fatto di proposito invece il valore è nullo, in quanto può compromettere l’utilizzo, ed in molte nazioni come l’Italia il danneggiamento del denaro è addirittura un reato. Quindi, meglio non farlo, ed aspettarsi monete coniate inavvertitamente in modo diverso.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI