Bollette della luce: ecco il trucco per risparmiare veramente

Quando si parla di bollette da pagare, chiunque di noi storce il muso. È un argomento che pesa, soprattutto alla luce degli ultimi rincari a cui sono stati sottoposte le aziende che producono energia.

Ma esiste un trucco per potere risparmiare

 

Vediamo come è facile risparmiare sul consumo dell’energia elettrica

In realtà non esiste alcun trucco magico. Più che altro, cercheremo di mostrarvi alcune buone pratiche e accorgimenti dettati dal buon senso che, se adottati con costanza, possono portare a un calo significativo dei consumi e dei costi.

Quante volte vi capita di entrare in una stanza, accendere la luce, fare quello per cui si è entrati e uscire senza rispegnere la luce? Una miriade di volte. Ecco, questa è una cattiva abitudine che si deve correggere per evitare di incorrere in problemi legati al consumo troppo esorbitante di energia elettrica. Primo consiglio è quindi quello di spegnere le luci sempre o di non usarle se non sono davvero necessarie. Per cui, anche di giorno, sarebbe più opportuno sfruttare la luce naturale, aprendo le tende e le persiane per far entrare la luce naturale e ridurre l’utilizzo delle lampadine.

Un altro accorgimento è quello di iniziare ad acquistare le lampadine a LED, che consumano fino all’80% in meno rispetto alle lampadine tradizionali a incandescenza e durano molto più a lungo.

Un altro vizio che provoca un aumento vertiginoso del consumo di energia elettrica è legato all’abitudine di tenere gli apparecchi elettronici attaccati costantemente alla presa, anche quando non vengono utilizzati. Parliamo epr lo più di pc portatili, che, anche in modalità stand-by, continuano a consumare energia. E un consiglio è quello dio adottare anche lettrodomestici a risparmio energetico, scegliendo quelli a elevata classe energetica (A+++, A++ o A+). Lavatrici e lavastoviglie, inoltre, andrebbero utilizzate sempre in orari notturni, quando le tariffe legate al consumo sono nettamente più basse, per non parlare dell’utilizzo di temperature più basse, quindi non superiori ai 40°C, anziché optare per temperature elevate: ciò permette di risparmiare notevolmente energia. Inoltre, evitare di utilizzare l’asciugatrice, optando per la stesa dei panni all’aria aperta, che è decisamente anche più ottimale per la conservazione dei propri capi. Restano nell’ambito degli elettrodomestici, un altro strumento che consuma enormemente è lo scaldabagno. Cosa fare in questi casi? Purtroppo la questione dell’acqua calda è un dilemma irrisolvibile, perché la scelta ottimale sarebbe quella di affidarsi alle energie rinnovabili, attivando per esempio un sistema di fotovoltaici. Ma in caso non fosse possibile, si possono ridurre le docce giornaliere o quanto si può tentare di ridurre la permanenza sotto la doccia a qualche minuto.

 

Come fronteggiare ulteriormente il rincaro delle bollette?

Altri consigli sono legati a questioni prettamente pratiche ed economiche. Per esempio, un ottimo sistema è quello di ricorrere all’installazione di impianti fotovoltaici che permettono di risparmiare in modo considerevole i costi dei consumi. Oggi è molto più facile rispetto al passato acquistarli perché esistono incentivi e sconti importanti, con annesse agevolazioni per il loro posizionamento.

Nel caso, però, non fosse possibile questa soluzione resta la strada del controllo delle bollette. Ci possono essere errori nell’erogazione dell’energia o ancora si può notare che ci sono lassi di tempo in cui il consumo è notevolmente superiore rispetto al resto della giornata. Ecco, in quest’ultimo caso il consiglio è quello di limitare il consumo, controllando anche lo svolgimento delle nostre attività che richiedono l’uso dell’energia elettrica spostandolo nelle ore con costi minori.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI