Quanto vale la moneta della Croazia? Ecco la risposta

L’euro è la valuta comune di 19 Stati membri dell’Unione europea e di altri quattro Stati europei. Le banconote e le monete in euro hanno corso legale in tutti questi paesi. Ogni moneta presenta un disegno comune sul rovescio e un disegno specifico per ogni paese sul dritto.

Dal 1° gennaio 2023, la Croazia ha adottato l’euro come unica valuta ufficiale. Le monete croate presentano sul dritto motivi che rappresentano la storia, la cultura e il patrimonio del paese. Ad esempio, la moneta da 1 euro raffigura la mappa della Croazia con le stelle dell’Unione europea, mentre la moneta da 50 centesimi raffigura la basilica eufrasiana di Parenzo. Le banconote euro, invece, hanno un design comune su entrambi i lati. Il dritto presenta immagini di architettura europea in stili diversi, mentre il rovescio presenta una mappa dell’Europa senza confini e le stelle dell’Unione europea.

L’adozione dell’euro ha rappresentato un passo importante per la Croazia, che ha contribuito a rafforzare l’integrazione del paese nell’Unione europea e ad agevolare il commercio e gli scambi con gli altri Stati membri.

La kuna, storia di una moneta

La precedente moneta ufficiale della Croazia era la kuna. Era in circolazione dal 30 maggio 1994 fino al 31 dicembre 2022, quando è stata sostituita dall’euro.

Ogni kuna presentava il nome del paese (“REPUBLIKA HRVATSKA”) e l’anno di conio. Le monete e le banconote raffiguravano anche immagini di personaggi storici, monumenti e simboli nazionali della Croazia.

La kuna era una valuta relativamente stabile durante il suo periodo di utilizzo. Ha contribuito a sostenere l’economia croata durante la transizione dal socialismo all’economia di mercato.

L’adozione dell’euro ha rappresentato un passo importante per la Croazia, che ha contribuito a rafforzare l’integrazione del paese nell’Unione europea e ad agevolare il commercio e gli scambi con gli altri Stati membri.

 

Quanto valgono queste kune?

Esistono diverse monete rare della kuna croata, con valori che variano a seconda della rarità, della condizione e della domanda da parte dei collezionisti.

Interessante è il valore della 50 kune del 1993. Questa moneta commemora il primo anniversario dell’indipendenza della Croazia. È caratterizzata da uno stemma stilizzato della Croazia sul dritto e da una mappa del paese sul rovescio. La sua rarità deriva da un basso numero di esemplari coniati. Il valore di una 50 kune del 1993 in condizioni buone si aggira tra i 20 e i 30 euro. Tuttavia, come detto sopra, alcuni esemplari possono valere molto di più, anche centinaia di euro, se in condizioni eccezionali o rare.

In occasione della commemorazione del 500esimo anniversario della morte di re Mattia Corvino fu emessa la moneta da 2 kune, anno 1995. È caratterizzata da un ritratto del re sul dritto e da uno stemma stilizzato della Croazia sul rovescio. La sua rarità è dovuta a un errore di conio che ha portato alla produzione di un numero limitato di monete con un’immagine invertita del re. Il valore numismatico è stato molto basso per anni, probabilmente frenato dalle condizioni delle monete; ma negli ultimi anni si possono sfiorare anche i 20€ a esemplare.

La moneta da 10 kune del 1998 fa parte di una serie dedicata ai parchi nazionali della Croazia. Raffigura il Parco Nazionale di Plitvice sul dritto e la mappa della Croazia sul rovescio. La sua rarità è dovuta a un basso numero di esemplari coniati per questo specifico taglio. Una moneta in buone condizioni da 10 kune vale tra i

20 e i 30€.

 

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici POTREBBE INTERESSARTI