Chi non paga il Canone Rai 2024? Ecco la risposta

Il Canone Rai, ufficialmente chiamato Canone TV, è un’imposta sulla detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive nel territorio italiano. In parole semplici, si tratta di un contributo annuale obbligatorio che tutti coloro che possiedono un televisore, un computer o un altro dispositivo in grado di ricevere trasmissioni televisive in Italia devono pagare.

Perché si paga il Canone Rai?

Il servizio pubblico radiotelevisivo ha un ruolo fondamentale nella vita democratica di un Paese. Esso garantisce innanzitutto una pluralità dell’informazione: infatti, la Rai offre una pluralità di voci e di opinioni, assicurando un’informazione libera, indipendente e imparziale.

La qualità dei programmi della Rai è decisamente di alta qualità in ambito informativo, culturale, educativo e di intrattenimento. E questo contribuisce a rafforzare la coesione sociale del Paese, promuovendo i valori di cittadinanza, solidarietà e inclusione. Il pagamento del Canone Rai è quindi un dovere civico che permette di sostenere un servizio essenziale per la democrazia e la società italiana.

Inoltre la Rai permette l’accesso a contenuti esclusivi come quanto riguarda i contenuti esclusivi su RaiPlay, la piattaforma streaming della Rai. Ma anche la partecipazione a concorsi a premi e la possibilità di sostenere la produzione di contenuti di qualità.

E’ importante ricordare che l’evasione del Canone Rai è illegale e comporta delle sanzioni.

Quanto costa il Canone Rai?

Finora il Canone Rai ha avuto un costo pari a €90, la cui spesa è stata addebitata sulla bolletta della luce e dilazionata nell’arco di 10 mesi. Dal 2024, l’importo del canone Rai è di 70 euro all’anno, che è stato ridotto con la Legge di Bilancio 2024.

Il pagamento, come appena scritto, deI Canone Rai viene addebitato nella bolletta dell’energia elettrica. In alternativa, è possibile pagare tramite:

Modello F24: se si presenta la dichiarazione dei redditi

Bollettino postale: presso un qualsiasi ufficio postale

Tabaccherie: con il servizio PagoPA

Ecco chi è esente dal Canone Rai?

In Italia, il pagamento del Canone Rai, o Canone TV, è obbligatorio per tutti coloro che detengono un apparecchio atto o adattabile alla ricezione di radioaudizioni televisive nel territorio dello Stato. Tuttavia, esistono alcune categorie di persone che sono esonerate dal pagamento del Canone Rai:

1. Over 75: si tratta di cittadini con un reddito familiare inferiore a 1.500 euro al mese. Per rientrare nell’esenzione, è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva all’Agenzia delle Entrate per attestare il requisito reddittuale.

2. Famiglie con ISEE inferiore a 19.000 euro: ma a condizione che non abbiano altri apparecchi televisivi oltre a quello principale. Anche in questo caso, è necessaria la presentazione di una dichiarazione sostitutiva all’Agenzia delle Entrate.

3. Altre categorie: che comprendono gli invalidi civili al 100% e titolari di indennità di accompagnamento, con un solo apparecchio televisivo; le forze armate e di polizia, in servizio o in congedo: diplomatici stranieri e loro familiari, residenti in Italia.

È importante sottolineare che l’esenzione dal Canone Rai non è automatica. Per ottenerla, è necessario presentare la richiesta all’Agenzia delle Entrate compilando la dichiarazione sostitutiva disponibile su

l sito ufficiale.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI