Attenzione alla Postepay: ecco cosa non si potrà più fare

Postepay è una carta prepagata emessa da Poste Italiane, il servizio postale nazionale italiano. Può essere utilizzata per effettuare pagamenti, prelevare contanti e ricaricare i telefoni cellulari. Le carte Postepay sono disponibili in diverse tipologie, con caratteristiche e commissioni differenti. Sono carte che non richiedono un conto bancario, quindi possono essere utilizzate da chiunque, anche da persone non bancarizzate o con scarso credito; possono essere ricaricate in vari modi, tra cui online, presso ATM e negli uffici postali; sono accettate da milioni di esercenti in Italia e nel mondo; sono protette da diverse funzioni di sicurezza, tra cui un PIN e la tecnologia chip.

A partire dal 2024, Poste Italiane ha previsto di applicare numerose limitazioni all’uso delle Postepay. Un problema che ha intensificato i controlli da parte degli utenti, che si sono trovati spesso impreparati ad affrontare le nuove modifiche, a cui non tutti erano pronti e preparati.

 

Attenzione alle novità per le Postepay: ecco le principali modifiche

Poste Italiane ha introdotto alcune modifiche alle regole di utilizzo delle carte Postepay. Queste modifiche hanno l’obiettivo di contrastare la frode e migliorare la sicurezza dei pagamenti, allineandosi alle normative europee in materia di AML (Anti-Money Laundering) e KYC (Know Your Customer).

Quello che cambia ha a che vedere, in primis, con il limite della spesa annuale: infatti, a partire dal 2024, il limite di spesa annuale per le carte Postepay Standard e Postepay Junior è stato abbassato a 10.000 euro. Questo significa che in un anno non si potrà più spendere più di 10.000 euro con una singola carta Postepay Standard o Postepay Junior. Il limite per le carte Postepay Evolution e Postepay Premium rimane invariato a 30.000 euro annui. Anche il limite giornaliero di ricarica è cambiato, perché per le carte Postepay Standard e Postepay Junior si è stato abbassato a 500 euro: in un giorno non si potrà più ricaricare una singola carta Postepay Standard o Postepay Junior per un importo superiore a 500 euro. Il limite per le carte Postepay Evolution e Postepay Premium rimane invariato a 2.000 euro giornalieri.

Un’altra novità riguarda la verifica dell’identità. Per ricaricare una Postepay Standard o Postepay Junior con importi superiori a 250 euro, a partire dal 2024 sarà necessario superare una verifica dell’identità. La verifica potrà essere effettuata online, tramite app o presso un sportello postale.

Inoltre, non sarà più possibile utilizzare le carte Postepay Standard e Postepay Junior per il pagamento di canoni e bollette direttamente sul sito web o app dei fornitori di servizi. Il pagamento potrà comunque essere effettuato presso gli sportelli postali o tramite altri canali, come ad esempio il bonifico bancario.

Cosa fare se si possiede una Postepay?

Bisogna innanzitutto verificare i limiti di spesa e ricarica mensili e annuali della tua carta Postepay accedendo al sito web di Poste Italiane o all’app Postepay.Inoltre, è preferibile attivare la verifica dell’identità, soprattutto se si ricarica spesso la propria Postepay con importi superiori a 250 euro per evitare disagi in futuro.

Scegliere la carta giusta è un altro passo importante prendendo in considerazione l’idea di passare a una carta Postepay Evolution o Postepay Premium.

È importante sottolineare che queste informazioni sono basate sulle ultime novità diffuse da Poste Italiane e potrebbero essere soggette a modifiche. Per avere sempre le informazioni più aggiornate, si consiglia di consultare il sito web ufficiale di Poste Italiane.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI