Come coltivare erbe aromatiche in casa: ecco il trucco dell’esperto

Coltivare erbe aromatiche in casa non solo è un’esperienza gratificante, ma anche un modo pratico per avere sempre a disposizione ingredienti freschi e genuini per la tua cucina. L’importanza delle erbe aromatiche va ben oltre il semplice gusto che donano ai nostri piatti.

Perché sono così importanti le erbe aromatiche

Queste preziose piante ricoprono un ruolo fondamentale in diversi ambiti.

In cucina hanno il compito di insaporire i cibi, essendo un ingrediente in grado di esaltare il sapore di carne, pesce, verdure e primi piatti. Inoltre, alcune di queste erbe, come ad esempio la menta, il finocchio e la camomilla, hanno proprietà digestive e aiutano a ridurre i gonfiori addominali.

Inoltre, da sempre sono utilizzate nella medicina popolare come rimedi naturali per curare diversi disturbi. Infusi, tisane e cataplasmi a base di erbe aromatiche possono essere utili per alleviare mal di gola, tosse, dolori mestruali, problemi di pelle e molto altro. Ma hanno anche un forte potere rilassante, tanto da essere usate come aromaterapia: l’olio essenziale di alcune erbe aromatiche, come lavanda, menta piperita e rosmarino, viene utilizzato per favorire il rilassamento, ridurre lo stress e migliorare l’umore.

Trovano impiego anche nella cosmesi naturale, grazie alle loro proprietà benefiche per la pelle e i capelli; ad esempio, l’olio di rosmarino aiuta a rinforzare i capelli, mentre l’infuso di camomilla è un ottimo tonico per la pelle.

Un utilizzo ancora più appropriato ha a che vedere con l’ambiente, per profumare le camere di casa o anche in giardino, dove alcune di queste erbe, come citronella, menta piperita e basilico, hanno proprietà repellenti che possono aiutare a tenere lontani insetti fastidiosi come zanzare e mosche.

In aggiunta a questi benefici pratici, le erbe aromatiche hanno anche un valore simbolico e culturale. In diverse culture, sono associate a significati speciali e vengono utilizzate in riti e tradizioni.

Coltivare erbe aromatiche in casa o in giardino non solo ci permette di godere dei loro benefici, ma ci offre anche l’opportunità di entrare in contatto con la natura e di apprezzare la sua bellezza e generosità.

Ecco alcuni consigli e trucchi da un esperto per aiutarti a coltivare con successo le tue erbe aromatiche in casa

  1. Scegliere le erbe giuste

Considera le condizioni di luce e temperatura del tuo appartamento. Alcune erbe, come basilico e menta, preferiscono molta luce diretta, mentre altre, come prezzemolo e erba cipollina, preferiscono un’ombra parziale. Ovviamente si possono scegliere in base ai propri gusti, ovvero tenendo conto delle erbe che si usano di più in cucina. Basilico, prezzemolo, menta, rosmarino, timo, salvia e origano sono tra le erbe aromatiche più popolari e facili da coltivare.

  1. Preparare il terreno e i vasi

L’ideale è scegliere un terriccio drenante e ricco di sostanza organica, acquistando un terriccio specifico per erbe aromatiche o preparando un mix fai da te con torba, perlite e compost.

  1. Seminare o acquistare piantine

Puoi seminare i semi delle erbe aromatiche direttamente nel vaso. Segui le istruzioni sulla confezione dei semi per la semina e la cura. Oppure puoi acquistare piantine già avviate da un vivaio. Questa è un’opzione più semplice e veloce, soprattutto se sei alle prime armi con la coltivazione di erbe aromatiche.

  1. Posizionare le erbe

Le erbe aromatiche hanno bisogno di almeno 6 ore di luce solare al giorno. Posiziona i vasi in un luogo luminoso della tua casa, come vicino a una finestra.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI