Come pulire il balcone velocemente: il metodo sorprende tutti

Durante le pulizie domestiche, la parte alla quale dedichiamo meno tempo e meno attenzione è senz’altro quella esterna, in particolare ai balconi. E questo è un atteggiamento diffuso soprattutto nei mesi invernali, quando il balcone viene frequentato solo per uscire a stendere i panni.
Tuttavia, il fatto di trascurare questo ambiente non fa altro che accumulare sporcizia e polvere alle quali dovremo dedicarci in seguito, quando si richiederà maggiore dispendio di energia e di tempo.

 

Ecco i 5 passaggi per rendere meno faticosa la pulizia del balcone

Il primo passo è quello di spazzare attentamente tutti gli angoli del balcone. Probabilmente foglie, polvere e sporcizia varia potrebbe essersi annidata negli angoli più proibitivi del balcone, per cui bisogna stare attenti a non dimenticare di controllare dietro mobili o suppellettili presenti in balcone per evitare di ritrovarsi con nuovi residui in giro alla fine della pulizia generale. Stesso discorso vale per le pareti, laddove si annidano ragnatele, polvere o qualunque altro tipo di sporcizia, che richiede un intervento attento e, a volte, più certosino rispetto al pavimento. Pulire le pareti esterne che sono meno livellate rispetto a quelle interne delle nostre case è un po’ più complicato, e richiede magari l’uso di scope con setole più rigide. Ovviamente teniamo in considerazione che, se si fa cadere tutta la polvere presente sulle mura a terra, sarà necessario intervenire di nuovo con scopa e paletta.

Il secondo step è quello dedicato alla pulizia della ringhiera. Se sono in ferro battuto, è abbastanza facile pulirle, utilizzando una spazzola specifica che servirà per rimuovere la polvere dalla ringhiera. Inoltre, si può usare una soluzione di acqua, limone e aceto bianco da passare su tutta la superficie e lasciare agire al sole per farle ritornare lucenti. Per le ringhiere in alluminio, invece, si consiglia l’uso di una soluzione composta da acqua e sapone di Marsiglia, da strofinare delicatamente con un panno umido su tutta la superficie della ringhiera per pulirla correttamente; mentre con quelle in cemento, il consiglio è di usare acqua e bicarbonato o acqua e ammoniaca da passare su tutta la superficie con un panno in cotone. È bene cambiare acqua quando si comincia a capire che si accumula troppo sporco.

Terminato con le ringhiere, ci si può dedicare al lavaggio del pavimento. I prodotti da usare sono sempre relativi al tipo di materiale con cui è fatta la superficie del pavimento; si tratta generalmente di cotto, sicuramente facile da pulire ma sulle cui fughe si accumula decisamente più sporcizia; in questo caso, è ottima la combinazione di acqua e aceto bianco. Se, invece, il balcone presenta la pavimentazione in gres porcellanato o in ardesia possiamo utilizzare una soluzione di acqua, sapone di Marsiglia, bicarbonato e aceto bianco; al contrario per un pavimento in cemento, si opti per un poco di ammoniaca da versare all’interno di un secchio con circa due litri d’acqua, da gettare sul pavimento che va trattato, quindi, con una spazzola dalle setole morbide.

Sebbene si sia pulito con attenzione ed energia, può capitare di trovare ancora parti nelle quali si trovano formiche. Non è un problema di mancanza di pulizia, essendo una zona esterna, in balcone è frequente trovare le formiche, che possono comunque essere eliminate. Il rimedio più efficace è senza dubbio l’uso di oli essenziali, in particolare quelli che hanno profumi gradevoli per l’uomo ma non per gli insetti: i più efficaci sono quelli alla menta, all’eucalipto e chiodi di Garofalo.

Infine, ci si dedichi alla pulizia costante. Come detto all’inizio del nostro articolo, il problema più grande che si incontra nella pulizia del balcone è legato alla trascuratezza durante i mesi invernali. L’accumulo di sporco e di polvere può rendere il lavoro faticoso, ma, se ci si dedica con costanza e almeno una volta alla settimana alla pulizia delle aree esterne, sicuramente con l’arrivo della bella stagione risulterà molto meno complicato prendersi cura dei nostri balconi.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI