Come illuminare il giardino: ecco la tecnica semplice e veloce

L’illuminazione per esterni è un’importante componente del design del paesaggio, in quanto può valorizzare gli spazi verdi, creare un’atmosfera suggestiva e garantire la sicurezza durante le ore notturne. Esistono diverse tipologie di illuminazione per esterni, ognuna con caratteristiche e funzioni specifiche.

Tipi di illuminazione per esterni

Una scelta molto usata è l’illuminazione da terra, perché le luci da terra sono l’ideale per illuminare sentieri, camminamenti e aiuole. Queste luci sono posizionate a terra, in modo da diffondere una luce morbida e uniforme.

Si possono scegliere anche i faretti, utilizzati per mettere in risalto specifici elementi del giardino, come alberi, statue o fontane; emettono un fascio di luce concentrato che può essere orientato in diverse direzioni.

Molto fashion e richieste sono le lampade a sospensione, perfette per creare un’atmosfera calda e accogliente nelle zone relax e conviviali del giardino e possono essere appese a gazebo, pergolati o alberi.

Più versatile e flessibile è la luce emessa da strisce a LED, più utilizzata per decorare bordi, aiuole o recinzioni; i LED possono essere installate in diversi modi e sono disponibili in una varietà di colori.

 

Illuminare il giardino: idee e consigli per un’atmosfera magica

Creare un’illuminazione suggestiva nel giardino permette di valorizzare gli spazi verdi, godersi il proprio spazio esterno anche di sera e creare un’atmosfera accogliente e invitante. Ecco alcuni consigli per illuminare il giardino in modo semplice e veloce.

L’intensità dell’illuminazione cambia al cambiare delle aree destinate alla luce. È chiaro, quindi, che sentieri e camminanti dovranno godere di una luce più forte per potersi muovere più in sicurezza, rispetto alle aree riservate ad aiuole e fioriere, dove mettere in risalto il verde e i fiori o altri tipi di elementi decorativi. Luce ancora più calda e accogliente dovrà essere sistemata nelle zone relax e conviviali.

La scelta ovviamente poi ricade sul tipo di illuminazione, sia esso relativo alle luci a terra, ai faretti, alle lampade a sospensione o alle luci a LED, in base alle aree interessate e al tipo di effetto che si vuole dare. Si consideri anche che tutto dipende anche dall’efficienza energetica che si vuole utilizzare: le lampade LED per esempio sono a basso consumo e hanno lunga durata e molte di queste funzionano sfruttando la luce solare, accumulatasi durante il giorno.

 

Consigli per l’installazione

Scegliere prodotti resistenti alle intemperie per avere una garanzia di durata dell’illuminazione nel tempo. Per il collegamento di luci ad alta potenza è bene rivolgersi a un elettricista che saprà indicare le collocazioni adeguate, rispettando anche le regole in merito all’installazione di impianti di illuminazione esterni.

Quello che è più importante è soddisfare le esigenze di chi si appresta a creare un’area esterna illuminata anche di notte, per poter godere h24 degli spazi aperti, soprattutto durante il periodo estivo.

Seguendo tutti i consigli sopra riportati, sarà semplice gustare di momenti unici e spensierati, accompagnati dal calore e dalle giuste intensità di luce nei giardini della nostre case.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI