Le zinnie sono piante perenni? Ecco la risposta

Le zinnie sono fiori originari del Messico e dell’America centrale. Appartengono alla famiglia delle asteraceae, che comprende anche margherite, girasoli e dalie. Si tratta di fiori che hanno un’ampia varietà di colori, tra cui rosso, arancione, giallo, rosa, viola e bianco; sono anche disponibili in diverse forme e dimensioni, da piccole e delicate a grandi e vistose.

Conosciamo meglio le zinnie

Le zinnie sono fiori popolari da giardino perché sono facili da coltivare e fioriscono per tutta l’estate. Sono anche resistenti ai parassiti e alle malattie. Sono un’ottima scelta per i giardinieri principianti e per chi desidera aggiungere un tocco di colore al proprio giardino. Si possono seminare direttamente a terra in primavera o avviate al chiuso alcune settimane prima dell’ultima gelata; preferiscono un terreno ben drenante e una posizione soleggiata. L’unica accortezza è legata all’irrigazione, perché le zinnie devono essere annaffiate regolarmente, soprattutto durante il periodo di fioritura, oltre al fatto che richiedono una concimazione periodica, almeno ogni due settimane con un fertilizzante bilanciato.

Per quanto riguarda la raccolta, può avvenire quando i fiori sono completamente aperti e generalmente hanno una durata di circa una settimana in un vaso.

Sono fiori dall’aspetto splendido, utili ad aggiungere colore e interesse al tuo giardino. Con la loro varietà di colori, forme e dimensioni, c’è sicuramente una zinnia perfetta per ogni giardino.

Differenze tra zinnie perenni o annuali

Le zinnie possono essere sia annuali che perenni, a seconda della specie.

La maggior parte delle zinnie coltivate sono annuali, il che significa che completano il loro ciclo di vita in un’unica stagione. Germinano in primavera, fioriscono in estate e muoiono in autunno. Alcune specie annuali popolari includono zinnia elegans e zinnia haageana. Invece, altre specie, sicuramente un numero più ristretto, sono perenni, cioè possono vivere per più anni. Tuttavia, queste specie sono generalmente meno comuni e possono essere più difficili da coltivare. Alcune specie perenni popolari includono zinnia grandiflora e zinnia tenuifolia.

Per capire se si tratta di una zinnia annuale o perenne si deve controllare l’etichetta della pianta, se si è acquistata presso un vivaio o in altro luogo, o consultare un’enciclopedia di giardinaggio. In generale, le zinnie annuali sono più alte e hanno fiori più grandi rispetto alle zinnie perenni, mentre le zinnie perenni tendono anche ad essere più ramificate e ad avere un portamento più cespuglioso.

Come ci si prende cura delle zinnie?

La cura delle zinnie non è legata assolutamente al fatto che la zinnia sia annuale o perenne, perché comunque tutte le zinnie hanno bisogno delle stesse cure di base: infatti richiedono un terreno ben drenante e una posizione soleggiata; devono essere annaffiate regolarmente, soprattutto durante il periodo di fioritura. Inoltre, le zinnie sono anche grandi mangiatrici e dovrebbero essere concimate ogni due settimane con un fertilizzante bilanciato.

In conclusione le zinnie sono fiori belli e versatili che possono aggiungere colore a qualsiasi giardino. Indipendentemente dalla scelta di zinnie annuali o perenni, sicuramente è importante considerare che si tratta di fiori che richiedono cura e attenzioni come tutti i fiori per poter godere della loro bellezza per tutta l’estate.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI