Trucco geniale per non pagare il Canone Rai: ecco cosa fare

Il canone RAI, ufficialmente chiamato “canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione televisiva”, è un’imposta obbligatoria che viene pagata annualmente da ogni famiglia o persona fisica che possiede un apparecchio televisivo o altro dispositivo atto alla ricezione di radioaudizioni televisive in Italia. L’obbligo del pagamento del canone RAI non dipende dall’utilizzo effettivo del servizio di radiodiffusione televisiva, ma dalla mera detenzione di un apparecchio idoneo alla ricezione.

Ecco alcune informazioni chiave sul canone RAI

  • Importo: Il canone RAI per l’anno 2024 è pari a 70 euro. Il pagamento viene suddiviso in 10 rate da 7 euro ciascuna, incluse nelle bollette dell’energia elettrica da gennaio a ottobre.
  • Esenzioni: Sono previste diverse esenzioni dal pagamento del canone RAI, tra cui: invalidi civili totali, forze armate, corpi di polizia ad ordinamento militare e civile, soccorritori volontari, ciechi civili, istituti religiosi, diplomatici stranieri, residenti all’estero che non possiedono un immobile in Italia dotato di apparecchio televisivo

Le modalità di pagamento per il canone RAI sono molteplici, perché oltre al pagamento per mezzo delle bollette dell’energia elettrica (metodo più diffuso), si può pagare in un’unica soluzione online sul sito web dell’Agenzia delle Entrate, oppure presso gli sportelli postali per mezzo carta, contanti o bonifico.

Controlli e sanzioni

L’Agenzia delle Entrate può effettuare controlli per verificare il rispetto dell’obbligo del pagamento del canone RAI. In caso di mancato pagamento, sono previste sanzioni amministrative.

Sanzioni per il mancato pagamento del canone RAI:

In caso di mancato pagamento del canone RAI, l’Agenzia delle Entrate può procedere all’accertamento dell’obbligo di pagamento e applicare le relative sanzioni amministrative. La sanzione minima è pari al doppio del canone non pagato, con un importo minimo di 103,29 euro; quella massima, invece, al quintuplo del canone non pagato, con un importo massimo di 516,45 euro.

Oltre alla sanzione, il mancato pagamento del canone RAI comporta:

  • l’iscrizione all’elenco dei morosi dell’Agenzia delle Entrate.
  • l’impossibilità di ottenere il rilascio o il rinnovo del passaporto.
  • l’impossibilità di ottenere la licenza di porto d’armi.
  • l’impossibilità di ottenere il rilascio o il rinnovo della patente nautica.

L’Agenzia delle Entrate può inoltre procedere alla riscossione coattiva del canone non pagato, con l’aggiunta delle spese relative.

Come non pagare il Canone Rai

Per non pagare il Canone Rai bisogna presentare domanda prima della scadenza dei termini: se facciamo domanda tra il 1 luglio e il 31 gennaio dell’anno successivo non pagheremo per tutto l’anno il canone; invece se la facciamo tra il 1 febbraio e il 30 giugno potremo non pagarlo solo nel secondo trimestre.

Ma non tutti godono di questa prerogativa. Infatti, in Italia, solo alcune categorie di cittadini possono usufruire dell’esenzione dal pagamento del canone RAI. Tra questi gli over 75 con reddito annuo non superiore a 8.000 euro, che la casistica più ampia. L’esenzione è automatica per tutti i cittadini che superano i 75 anni di età e il cui reddito complessivo annuo, comprensivo di eventuali redditi dei componenti del nucleo familiare, non supera 8.000 euro.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI