Besnik Sopoti

Saranno esposte da sabato 16 giugno a Bisceglie le opere dell’artista Besnik Sopoti, figlio di madre italiana e padre albanese. La mostra avrà inizio alle ore 18:30 presso la Chiesa di Santa Margherita e sarà fruibile da tutti coloro che vorranno visitarla. L’evento è stato organizzato in occasione della sesta edizione di Pennelli e Parole, mostra d’arte contemporanea curata da Silvia Tolomeo e la mostra sarà visitabile nei due weekend del mese, 16 e 17 di giugno e il 23 e 24.

La mostra sarà accompagnata dalle poesie di Besnik Sopoti, che oltre ad essere un apprezzato pittore moderno è anche un bravissimo poeta. L’evento sarà un perfetto connubio tra pennelli e parole, un momento di grande suggestione che sicuramente toccherà il cuore di molti.

Besnik Sopoti, pittore e poeta

Figlio di Mazar Sopoti, giornalista storico, Besnik Sopoti è nato Bari ed è divenuto, come il padre, anche lui giornalista, ma anche traduttore e poeta. L’artista è però diventato famoso non tanto per le sue opere ma per le sue battaglie legali. Infatti, la madre di Sopoti aveva perso la cittadinanza italiana dopo aver sposato il giornalista albanese il 30 giugno del 1934. Per la legge 555 del 1912 al figlio era stato impedito di poter essere italiano. Sopoti ha lottato a lungo per essere riconosciuto abitante d’Italia e le sue lotte ebbero grande risonanza nazionale.

Dopo una vita di lotte, finalmente a 82 anni a esnik Sopoti è stato riconosciuto il diritto di diventare cittadino italiano. Nulla ha però cancellato le sue sofferenze e nelle sue opere, così come nei suoi scritti, sono evidenti dei frammenti della vita in Albania durante la guerra civile. Nella sua arte Sopoti ha messo tutto quello che ha vissuto. La mostra verrà inaugurata alle 18:30 di sabato 16 giugno presso la Chiesa di Santa Margherita di Bisceglie. L’ingresso è gratuito.