Connect with us

Concerti

Il nuovo progetto musicale “L’arte è vita” di Tassone suona come un inno di speranza

Published

on

ARTE VITA - TASSONE

Il nuovo progetto musicale L’arte è vita di Tassone che dirige l’orchestra Metropolitan Music Art suona come un inno di speranza. Il desiderio è infatti quello che presto possa riprendere l’attività il settore artistico e culturale. La canzone scelta per il video è Amarsi un po’, brano del 1977 firmato da Mogol e Lucio Battisti, che sarà disponibile sui canali social Facebook e Instagram da lunedì 1 giugno. Ad avere l’idea del video è stato Tassone, direttore d’orchestra e sassofonista, che ha coinvolto giovani talenti pugliesi nella sua orchestra.

Anche giovani talenti pugliesi nel progetto di Tassone

Tassone ha coinvolto nel suo progetto L’arte è vita anche la cantante inglese Sarah Jane Morris, che con la sua voce duttile e profonda è in grado di spaziare fra stili diversi come jazz, r&b, pop rock e soul. Insieme alla Morris c’è anche Tony Remi, chitarra solista, mentre ad arrangiare la canzone di Battisti è stato il maestro Vince Tempera. Tassone ha detto che la scelta del brano di Battisti è stata del tutto naturale, e oltretutto era un brano che Sarah Jane Morris aveva già cantato durante un tour che aveva fatto insieme a lui in Puglia. Sarah stessa ama molto questo brano e in passato lo aveva ascoltato nella versione inglese cantata di Battisti.

Il progetto musicale L’arte è vita per valicare ogni confine

La canzone è uno stimolo ad amarci tutti e a volerci più bene dopo questo periodo di quarantena. Il progetto musicale L’arte è vita di Tassone suona dunque come un inno di speranza, verso un futuro che unisce le persone attraverso la musica e l’arte. E’ importante il coinvolgimento del pubblico e consentirà a questo messaggio di valicare qualsiasi confine geografico, per riaccendere la speranza e tornare presto alle attività artistiche e culturali che da tempo sono ormai ferme.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Concerti

Levante a Lecce in concerto, i fan acquistano i biglietti

Dall’alba al tramonto, dopo il singolo ecco le tappe del tour

Published

on

Levante a Lecce in concerto

Levante in concerto a Lecce, le date del tour 2021 sono state annunciate a pochi giorni dall’uscita dell’omonimo brano, Dall’alba al tramonto. Sono dieci show proposti e organizzati da Vivo Concerti e così l’artista sembra essere già pronta ad esibirsi in tutta Italia. Chi vuole acquistare i biglietti dei concerti può farlo online ma anche presso tutti i punti vendita autorizzati a partire sabato 5 giugno alle ore 11.00.

Levante, tutte le date del tour

Il tour di Levante avrà inizio a Bologna al Sequoie Music Park, il 16 luglio, poi sarà la volta di Nichelino al Stupinigi Sonic Park, il 22 luglio, qualche giorno dopo, il 24 Luglio si trasferirà a Nervi dove si esibirà a Parchi di Nervi – Live in Genova 2021. A Udine Levante si esibirà il 27 luglio al Castello di Udine per Udine Estate, a Castellammare del Golfo al Piazzale Stenditoio, il 31 luglio, a Lecce in Piazza Libertini, il 6 agosto, a Forte dei Marmi presso la Villa Bertelli – Villa Bertelli Live, il 19 agosto. Poi ancora a Cattolica all’Arena della Regina, il 21 agosto, a Carsulae al Parco Archeologico – Suoni controvento, il 28 agosto e per ultima a Mantova al Palazzo Te – Mantova Live, il 5 settembre.

Percorso introspettivo, musica e lettura

Precede il tour la pubblicazione del nuovo singolo, “Dall’alba al tramonto”, che ruota intorno ai “poli opposti”, l’alba e il tramonto, come anche il giorno e la notte, quindi l’inizio e la fine e gli estremi che implicano per natura una condizione di reciprocità e di inevitabile dipendenza. Da questa riflessione è nato anche il terzo romanzo di Levante “E questo cuore non mente”, già disponibile in tutte le librerie dall’8 giugno curato da Rizzoli. Si parla di Anita e del suo viaggio introspettivo mediante un percorso di psicoterapia che inizia però dalla fine. Una storia d’amore che piano piano conduce la protagonista a curare le sue ferite.

Continue Reading

Trending