Connect with us

Concerti

Il nuovo progetto musicale “L’arte è vita” di Tassone suona come un inno di speranza

Published

on

ARTE VITA - TASSONE

Il nuovo progetto musicale L’arte è vita di Tassone che dirige l’orchestra Metropolitan Music Art suona come un inno di speranza. Il desiderio è infatti quello che presto possa riprendere l’attività il settore artistico e culturale. La canzone scelta per il video è Amarsi un po’, brano del 1977 firmato da Mogol e Lucio Battisti, che sarà disponibile sui canali social Facebook e Instagram da lunedì 1 giugno. Ad avere l’idea del video è stato Tassone, direttore d’orchestra e sassofonista, che ha coinvolto giovani talenti pugliesi nella sua orchestra.

Anche giovani talenti pugliesi nel progetto di Tassone

Tassone ha coinvolto nel suo progetto L’arte è vita anche la cantante inglese Sarah Jane Morris, che con la sua voce duttile e profonda è in grado di spaziare fra stili diversi come jazz, r&b, pop rock e soul. Insieme alla Morris c’è anche Tony Remi, chitarra solista, mentre ad arrangiare la canzone di Battisti è stato il maestro Vince Tempera. Tassone ha detto che la scelta del brano di Battisti è stata del tutto naturale, e oltretutto era un brano che Sarah Jane Morris aveva già cantato durante un tour che aveva fatto insieme a lui in Puglia. Sarah stessa ama molto questo brano e in passato lo aveva ascoltato nella versione inglese cantata di Battisti.

Il progetto musicale L’arte è vita per valicare ogni confine

La canzone è uno stimolo ad amarci tutti e a volerci più bene dopo questo periodo di quarantena. Il progetto musicale L’arte è vita di Tassone suona dunque come un inno di speranza, verso un futuro che unisce le persone attraverso la musica e l’arte. E’ importante il coinvolgimento del pubblico e consentirà a questo messaggio di valicare qualsiasi confine geografico, per riaccendere la speranza e tornare presto alle attività artistiche e culturali che da tempo sono ormai ferme.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Concerti

Teatro Petruzzelli, si dà il via alla nuova stagione concertistica

La prima serata sarà tutta dedicata a Mozart

Published

on

Teatro Petruzzelli Bari
Riconoscimento editoriale: Mitzo / Shutterstock.com

Teatro Petruzzelli, in Puglia si sta per dare il via ad un programma ricco di eventi. La stagione concertistica avrà inizio il 10 settembre e terminerà giorno 16. La prima serata al Teatro Petruzzelli sarà dedicata ad una delle opere più conosciute in tutto in mondo, si tratta del Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart con la regia di Giorgio Ferrara. Le scene, affidate ai pluripremiati Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo ovvero i premi Oscar del 2005 per The aviator di Martin Scorsese, del 2008 per Sweeney Todd di Tim Burton e del 2012 per Hugo Cabret di Martin Scorsese hanno lavorato duramente per poter proporre al pubblico qualcosa di realmente entusiasmante.

Teatro Petruzzelli si preparano i grandi artisti

Teatro Petruzzelli vedrà salire sul palco un grande nome, Sascha Goetzel che avrà il compito di condurre l’Orchestra del Petruzzelli ed il Coro del Teatro. Tutto lo spettacolo è stato organizzato da Fabrizio Cassi. Il 22 settembre si darà invece il via alla Stagione Concertistica, l’appuntamento è alle ore 20.30. A dirigere l’Orchestra del Teatro è Jaume Santonja, al pianoforte Benedetto Lupo, il Maestro del Coro Fabrizio Cassi. Per quanto riguarda le voci soliste, soprano Valentina Mastrangelo, tenore Diego Godoy, basso Daniel Giulianini.

Biglietti in vendita soltanto per chi è abbonato

Nel programma del Teatro sono inseriti i seguenti appuntamenti: Meeresstille und glückliche Fahrt, op. 112 di Ludwig van Beethoven, Messa n.2 in sol maggiore, poi D. 167 per soli, coro e orchestra di Franz Schubert e Concerto n. 2 in si bemolle maggiore per pianoforte e orchestra. Ultima tra tutte la sinfonia n. 83 di Johannes Brahms. Potranno partecipare all’evento soltanto coloro che sono già in possesso dei biglietti acquistabili fino a martedì 31 agosto e che hanno attivo l’abbonamento relativo allo scorso anno.

Continue Reading

Trending