Bari Papa Francesco

Si sta svolgendo oggi, 7 luglio 2018, l’incontro con Papa Francesco nella città di Bari. I discorsi affrontati dal Pontefice si stanno concentrando soprattutto sulla questione del Medio Oriente e della pace.

“contempliamo l’orizzonte e il mare e ci sentiamo spinti a vivere questa giornata con la mente e il cuore rivolti al Medio Oriente, crocevia di civiltà e culla delle grandi religioni monoteistiche. Lì è venuto a visitarci il Signore… Da lì si è propagata nel mondo intero la luce della fede. Lì sono sgorgate le fresche sorgenti della spiritualità e del monachesimo. Lì si conservano riti antichi unici e ricchezze inestimabili dell’arte sacra e della teologia, lì dimora l’eredità di grandi Padri nella fede. Questa tradizione è un tesoro da custodire con tutte le nostre forze, perché in Medio Oriente ci sono le radici delle nostre stesse anime”.

“Ma su questa splendida regione – ha detto ancora Francesco – si è addensata, specialmente negli ultimi anni, una fitta coltre di tenebre: guerra, violenza e distruzione, occupazioni e forme di fondamentalismo, migrazioni forzate e abbandono, il tutto nel silenzio di tanti e con la complicità di molti. Il Medio Oriente è divenuto terra di gente che lascia la propria terra. E c’è il rischio che la presenza di nostri fratelli e sorelle nella fede sia cancellata, deturpando il volto stesso della regione, perché un Medio Oriente senza cristiani non sarebbe Medio Oriente”.

“Preghiamo uniti – ha aggiunto il Pontefice – per invocare dal Signore del cielo quella pace che i potenti in terra non sono ancora riusciti a trovare. Per i fratelli che soffrono e per gli amici di ogni popolo e credo, ripetiamo: su te sia pace! Col salmista imploriamolo in modo particolare per Gerusalemme, città santa amata da Dio e ferita dagli uomini, sulla quale ancora il Signore piange: su te sia pace!”.