Connect with us

Manifestazioni

Dal 7 luglio a Polignano e a Vieste torna Il Libro Possibile

L’evento Il Libro Possibile mira a creare un futuro più equo e più solidale

Published

on

il libro possibile

Si terrà a Polignano a Mare e a Vieste dal 7 luglio l’evento Il Libro Possibile, che mira a creare un futuro più equo e più solidale. Ad annunciarlo è Massimo Bray, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Puglia, intervenuto alla conferenza stampa di presentazione della XX edizione del Festival di Libro Possibile. Il festival è in programma dal 7 al 10 luglio a Polignano a Mare (Bari), e si terrà per la prima volta il 22, 23, 29 e 30 luglio anche a Vieste (Foggia). Il governatore Michele Emiliano ha sottolineato come il festival sia importante e darà modo di valorizzare le bellezze delle due location.

Il Libro Possibile festival giunto alla XX edizione

Il Libro Possibile quest’anno si terrà quindi per la prima volta anche a Vieste. Emiliano ha sottolineato che ambiente, ecosostenibilità, legalità, turismo di qualità sono solo alcune delle tematiche su cui si terranno tavole rotonde, tavole rotonde e stimolanti riflessioni. La decisione di estendere il Festival a Vieste è una delle cose che ha convinto ancora di più Emiliano, perché la bellezza, la cultura, il libro sono indubbiamente la cosa più efficiente nei confronti della criminalità organizzata. Ad ogni modo, senza Polignano il festival a Vieste non sarebbe stato realizzato. Il Fil rouge di tutti gli eventi è ‘Il cielo è sempre più blu’, tema che rende omaggio a 40 anni dalla sua scomparsa al cantautore Rino Gaetano.

Numerosi gli eventi durante il festival

La direttrice artistica del festival, Rosella Santoro, ha spiegato che il Festival Il Libro Possibile si apre a Polignano con Giuliano Sangiorgi, personaggio legato alla città grazie per l’interpretazione di Meraviglioso di Domenico Modugno. Il festival si chiude a Vieste con Roberto Saviano, per sottolineare il percorso sulla legalità. Nella XX edizione del festival ci sarà un ospite internazionale, Patrick McGrath, che a Vieste presenterà il suo ultimo thriller new gothic, La lampada del diavolo (La nave di Teseo). A Polignano verranno ospitati i ministri della Salute, Roberto Speranza, del Lavoro Andrea Orlando, e anche Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani della Cattolica di Milano.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Curiosità

A Lecce gli artisti di strada fanno spettacoli ovunque in città

Nel centro della città di Lecce si esibiscono gli artisti di strada

Published

on

artisti di strada a lecce

L’allentamento delle restrizioni per il covid ha fatto tornare gli artisti di strada a Lecce. Nella città salentina ci sono spettacoli ovunque, nelle piazze e nelle strade, e gli artisti si esibiscono dando il meglio delle loro performance. Si fermano lungo i percorsi della movida, anche lungo il punto che collega la parte vecchia della città a quella nuova. Fra gli artisti c’è anche Alex Marasco, 58 anni, che con il suo pianoforte elettrico regala una musica speciale a coloro che passeggiano. Un altro artista è Marcello Macella, anche lui con un pianoforte, ma questo a muro, e fa risuonare bellissime melodie nell’aria. Fra gli artisti ci sono anche tanti clown variopinti e tanti mimi bravissimi, che fanno divertire le persone.

Gli artisti di strada nelle piazze di Lecce

Vicino una delle colonne del Palazzo dei Mercanti di piazza Sant’Oronzo c’è anche Emanuele Monaco di San Pietro Vernotico, chiamato Lele, che suona e canta come solista tanti brani di Jimi Hendrix. Suona anche con la sua band, i Gliese 581, e con loro propone i Pink Floyd. Fra gli artisti di strada a Lecce c’è anche un Rom del campo nomadi Panareo che di nome fa Eminovic Aco. Si tratta di un fisarmonicista professionista che dal 1990 vive nella città salentina e ha moglie e due figli. Eminovic è molto bravo e suona che è una meraviglia. Fra gli altri spicca anche Yuri Menna official, che suona la chitarra, ma c’è anche coppia di giovani che canta ritmi brasiliani.

Artisti provenienti da ogni dove

Fa parte degli artisti di strada anche una band di ragazzini con batteria al seguito, e c’è Manuele Agrario, 36 anni, di Acquarica del Capo, che è un eccellente interprete di Lucio Battisti. E’ c’è anche Marco Rossetti, in arte Gazzirre, originario di Appignano nelle Marche, che però abita a Lecce da nove anni ormai. Marco ha 38 anni, scrive anche poesie e suona l’Hang, uno strumento a forma di disco volante inventato a Berna nel 2001. Lo strumento produce onde sonore che fanno sentire addosso una grande sensazione di pace.

Continue Reading

Trending