Mostra personale di Giosetta Fioroni alla Galleria d’arte di Foggia

Si terrà alla Galleria d’arte di Foggia la mostra personale di Giosetta Fioroni. La mostra sarà visitabile da dal 9 febbraio 3 marzo 2019.

0
20
Giosetta Fioroni

FOGGIA– Avrà luogo alla Galleria d’Arte di Foggia la mostra personale di Giosetta Fioroni. La mostra è visitabile dal 9 febbraio 3 marzo 2019 dalle 10:30 alle 13:00 / dalle 17:30 alle 20:30 ad ingresso gratuito. Si tratta di una mostra importante, che permette di vedere i capolavori dell’ultima esponente della scuola di Piazza del Popolo a Roma e anche una tra i principali interpreti della Pop Art italiana che è appunto la Fioroni.

Venti le opera in mostra di Giosetta Fioroni

La mostra persona di Giosetta Fioroni mette in esposizione circa venti opere dell’artista, tra oli su tela e tecniche miste su carta, risalenti ai primi anni ’70 fino a quelle più recenti. Curata da Giuseppe Benvenuto, la mostra metterà in esposizione le opere Cappello 10 (1970), La nuvola scura (2008), La bella e la bestia (2014), Piccolo teatrino (2013), due pastelli pubblicati nel calendario As time gira by del 2008 Edizioni d’arte Lucaniaeventi e altre opere importanti.

Chi è Giosetta Fioroni

Nativa di Roma, Giosetta Fioroni è figlia d’arte, infatti il padre Mario è scultore e la madre Francesca dipinge ed è anche un’apprezzata marionettista. Sin da bambina coltiva la sua passione per la pittura e nel 1956 espone già alla Biennale di Venezia. Negli anni Sessanta produce una serie di tele e di carte dette gli Argenti, di cui fanno parte figure, paesaggi e ideogrammi di volti realizzati con smalti e vernice industriale alluminio. Trascorso un periodo a Parigi torna a Roma dove entra a far parte di un movimento noto Scuola di Piazza del Popolo, di cui è unica donna. Stabilitasi in campagna, nel trevigiano, insieme allo scrittore Goffredo Parise, coltiva il suo interesse per le storie visionarie e le leggende di campagna, da cui nascono varie opere fiabesche dedicate alla riscoperta dell’infanzia. Negli anni Ottanta collabora con scrittori e poeti e nel 1990 l’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma compone un’antologica con i suoi lavori su carta.