Francesco Zavattari

LECCE – KunstschauContemporary Place ha inaugurato martedì 16 Ottobre 2018 alle ore 19:00 la sesta mostra dal titolo Poliedro. Resta. Ora. con l’installazione di Francesco Zavattari. L’evento si è tenuto in Via Gioacchino Toma, 72 e l’artista ha proposto per la white cube salentina una versione inedita di Poliedro, con un’installazione ambientale tra le più conosciute della sua produzione, divulgata e sviluppata già da vari anni in diverse declinazioni sia in Italia che all’estero.

Opera sublime di Francesco Zavattari

Poliedro. Resta. Ora. con l’installazione di Francesco Zavattari visualizza l’elaborazione formale della scultura, composta da varie facce piane poligonali di cui l’artista evidenzia i soli contorni, facendo in modo così che l’oggetto possa essere ammirato da ogni parte e in continuità con il rigore geometrico dello spazio espositivo. Il Poliedro, sospeso a mezz’aria tra i tiranti in tensione, allo spettatore appare come fermo immagine di un’esplosione in pieno svolgimento e al tempo stesso bloccata nel momento in cui si va consumando. Anche nel titolo dell’opera l’artista invita il pubblico a scoprire il dissolvimento formale trattenendo con lo sguardo l’unità formale e sublimando il momento della trasformazione.

Mostra di Francesco Zavattari aperta fino al 6 novembre

L’opera di Francesco Zavattari si presenta con alcuni lacerti in metallo che si allontanano dalla scultura come frammenti di un corpo frantumato e danno all’installazione una proprietà abissale. Contemporaneamente, la presenza dei vari fili di lana rafforza il rapporto empirico con chi osserva e lo coinvolge nella trama dell’opera. L’installazione è arricchita dal contributo sonoro di Sandro Lombardi (Poppi, 1951), tra i principali esponenti del teatro italiano, voce narrante di un intervento prodotto apposta per Poliedro. Resta. Ora. A distanza di tre anni dalla personale Elevata Concezione Francesco Zavattari torna per proporre il suo lavoro nella fucina di sperimentazione di Kunstschau. La mostra resterà aperta fino al 6 novembre 2018.