Connect with us

Eventi in Puglia

Francesco Zavattari| Poliedro. Resta. Ora.

Published

on

Francesco Zavattari

LECCE – KunstschauContemporary Place ha inaugurato martedì 16 Ottobre 2018 alle ore 19:00 la sesta mostra dal titolo Poliedro. Resta. Ora. con l’installazione di Francesco Zavattari. L’evento si è tenuto in Via Gioacchino Toma, 72 e l’artista ha proposto per la white cube salentina una versione inedita di Poliedro, con un’installazione ambientale tra le più conosciute della sua produzione, divulgata e sviluppata già da vari anni in diverse declinazioni sia in Italia che all’estero.

Opera sublime di Francesco Zavattari

Poliedro. Resta. Ora. con l’installazione di Francesco Zavattari visualizza l’elaborazione formale della scultura, composta da varie facce piane poligonali di cui l’artista evidenzia i soli contorni, facendo in modo così che l’oggetto possa essere ammirato da ogni parte e in continuità con il rigore geometrico dello spazio espositivo. Il Poliedro, sospeso a mezz’aria tra i tiranti in tensione, allo spettatore appare come fermo immagine di un’esplosione in pieno svolgimento e al tempo stesso bloccata nel momento in cui si va consumando. Anche nel titolo dell’opera l’artista invita il pubblico a scoprire il dissolvimento formale trattenendo con lo sguardo l’unità formale e sublimando il momento della trasformazione.

Mostra di Francesco Zavattari aperta fino al 6 novembre

L’opera di Francesco Zavattari si presenta con alcuni lacerti in metallo che si allontanano dalla scultura come frammenti di un corpo frantumato e danno all’installazione una proprietà abissale. Contemporaneamente, la presenza dei vari fili di lana rafforza il rapporto empirico con chi osserva e lo coinvolge nella trama dell’opera. L’installazione è arricchita dal contributo sonoro di Sandro Lombardi (Poppi, 1951), tra i principali esponenti del teatro italiano, voce narrante di un intervento prodotto apposta per Poliedro. Resta. Ora. A distanza di tre anni dalla personale Elevata Concezione Francesco Zavattari torna per proporre il suo lavoro nella fucina di sperimentazione di Kunstschau. La mostra resterà aperta fino al 6 novembre 2018.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Curiosità

A Lecce gli artisti di strada fanno spettacoli ovunque in città

Nel centro della città di Lecce si esibiscono gli artisti di strada

Published

on

artisti di strada a lecce

L’allentamento delle restrizioni per il covid ha fatto tornare gli artisti di strada a Lecce. Nella città salentina ci sono spettacoli ovunque, nelle piazze e nelle strade, e gli artisti si esibiscono dando il meglio delle loro performance. Si fermano lungo i percorsi della movida, anche lungo il punto che collega la parte vecchia della città a quella nuova. Fra gli artisti c’è anche Alex Marasco, 58 anni, che con il suo pianoforte elettrico regala una musica speciale a coloro che passeggiano. Un altro artista è Marcello Macella, anche lui con un pianoforte, ma questo a muro, e fa risuonare bellissime melodie nell’aria. Fra gli artisti ci sono anche tanti clown variopinti e tanti mimi bravissimi, che fanno divertire le persone.

Gli artisti di strada nelle piazze di Lecce

Vicino una delle colonne del Palazzo dei Mercanti di piazza Sant’Oronzo c’è anche Emanuele Monaco di San Pietro Vernotico, chiamato Lele, che suona e canta come solista tanti brani di Jimi Hendrix. Suona anche con la sua band, i Gliese 581, e con loro propone i Pink Floyd. Fra gli artisti di strada a Lecce c’è anche un Rom del campo nomadi Panareo che di nome fa Eminovic Aco. Si tratta di un fisarmonicista professionista che dal 1990 vive nella città salentina e ha moglie e due figli. Eminovic è molto bravo e suona che è una meraviglia. Fra gli altri spicca anche Yuri Menna official, che suona la chitarra, ma c’è anche coppia di giovani che canta ritmi brasiliani.

Artisti provenienti da ogni dove

Fa parte degli artisti di strada anche una band di ragazzini con batteria al seguito, e c’è Manuele Agrario, 36 anni, di Acquarica del Capo, che è un eccellente interprete di Lucio Battisti. E’ c’è anche Marco Rossetti, in arte Gazzirre, originario di Appignano nelle Marche, che però abita a Lecce da nove anni ormai. Marco ha 38 anni, scrive anche poesie e suona l’Hang, uno strumento a forma di disco volante inventato a Berna nel 2001. Lo strumento produce onde sonore che fanno sentire addosso una grande sensazione di pace.

Continue Reading

Trending