Connect with us

Eventi in Puglia

Non è vero ma ci credo, Enzo Decaro in teatro giorno 19 febbraio

Evento a Massafra provincia di Taranto al Cineteatro Spadaro alle ore 21:00

Published

on

enzo decaro

Non è vero ma ci credo, un evento che avrà luogo a Massafra in provincia di Taranto, che vede come protagonista Enzo Decaro nei panni di un avaro imprenditore che vive costantemente con la paura di essere vittima della iettatura. La storia ricorda per certi versi i personaggi di Molière tanto amati da Luigi De Filippo.

La storia dell’avaro imprenditore scaramantico

Il protagonista di Non è vero ma ci credo è un ricco imprenditore di nome Gervasio Savastano, avaro, che ha paura di essere vittima della iettatura. La narrazione va avanti seguendo un’atmosfera tragicomica in cui le fisime di Savastano oltrepassano la soglia del ridicolo. Il protagonista infatti decide di licenziare il dipendente Malvurio convinto che sia lui a portargli sfortuna. Tra la tragedia e la commedia strappa una risata ed un sorriso soprattutto quando all’improvviso appare sulla soglia dell’ufficio Sammaria, giovane alla ricerca del lavoro. È molto preparato ed  intelligente. Il particolare che interessa più di ogni altra cosa all’imprenditore è che il ragazzo ha anche una gobba.

Come partecipare allo spettacolo

L’ambientazione data da Peppino De Filippo era Napoli degli anni 30. Oggi è Napoli degli anni 80, tragicomica. La stessa Napoli di Mario Merola, Pino Daniele e Maradona. L’evento si svolgerà a Massafra in provincia di Taranto al Cineteatro Spadaro, in piazza Martiri del Risorgimento, alle ore 21. Per accedere è necessario essere in possesso del biglietto. Per informazioni chiamare il numero 099.8801200.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Manifestazioni

In Puglia si svolge l’evento Mercatino del Gusto 2022

Al Mercatino del Gusto 2022 tutti i cibi tipici di Puglia

Published

on

Mercatino del Gusto 2022

Nell’edizione del Mercatino del Gusto 2022, fondato da Michele Bruno, Salvatore Santese e Giacomo Mojoli, che si terrà a Maglie, in provincia di Lecce, dall’1 al 7 agosto, la parola totem è “durevole”. Come ogni anno, ci sono i cibi tipici della Puglia, fra cui il pane dell’Alta Murgia, da secoli prodotto sempre allo stesso modo e addirittura con gli stessi strumenti. Realizzato con ingredienti semplici, semola rimacinata di grano duro, lievito naturale a pasta acida, acqua e sale, viene sottoposto a due lievitazioni e poi infornato. Altro alimento immancabile è la cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti, rossa e piatta,e dal gusto unico.

Tanti prodotti tipici al Mercatino del Gusto 2022

Non può mancare al Mercatino del Gusto 2022 il pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto, simile al datterino ma più grande, più succoso e più rosso. Altra delizia è anche la mandorla di Toritto, con la quale si realizza la squisita pasta di mandorle, e anche la “cupeta”, preparata con mandorle e miele. La coltura dei mandolri a Toritto esiste dai tempi antichissimi e danno vita a molte varietà di frutti che poi assumono il nome di cittadini illustri del luogo. Altro presidio pugliese famoso è il capocollo di Martina Franca, realizzato in una terra come la Valle d’Itria, dove vengono allevati i maiali per produrre questo succulento insaccato.

Altre squisitezze pugliesi

Un altro presidio che non può mancare al Mercatino del Gusto 2022 è il caciocavallo podolico del Gargano, proveniente dal latte delle mucche podoliche che pascolano sul Gargano. Il caciocavallo podolico del Gargano viene sottoposto a una stagionatura che dura da alcuni mesi ad alcuni anni, ed ha un processo di produzione molto complesso. A pochi chilometri da Maglie, città che ospita l’evento, viene coltivato il pisello nano di Zollino. In questo paese, nel periodo di san Giovanni a fine giugno, viene trebbiato e prodotto il pisello nano di Zollino, dal colore giallo-beige molto particolare.

Continue Reading

Trending