Connect with us

Eventi in Puglia

Lecce: Scipione Ammirato vince una posizione nel bando della “Fondazione per il sud”

Published

on

Lecce

Presso Lecce, il bando emanato dalla “Fondazione per il sud” ha ricevuto molte candidature di monumenti per ricevere i fondi(4 milioni di euro) atti alla ristrutturazione. Il fatto evidenzia un acceso interesse delle autorità nella restaurazione e nell’investimento di risorse nel patrimonio culturale di Lecce.

Le proposte progettuali potranno essere presentate da partnership composte da almeno tre soggetti, di cui due organizzazioni di Terzo settore, oltre a istituzioni, università, mondo economico e della ricerca – si legge nel bando – Le proposte dovranno prevedere interventi capaci di generare concreti effetti positivi, in termini di sviluppo socio-economico, per la comunità locale”.

Siamo felici che la nostra proposta per la rigenerazione dell’Ammirato sia stata valutata positivamente, significa che abbiamo fatto le giuste valutazioni nel guardare all’immobile come ad una centralità aperta al quartiere e alla città, ad una reinterpretazione del patrimonio pubblico come risorsa delle comunità – dichiara l’assessore all’Urbanistica e al Patrimonio Rita Miglietta.

Così la gestione del patrimonio pubblico e la sua rigenerazione si intrecciano alle politiche culturali e giovanili, nel definire nuove opportunità di fruizione di beni che dobbiamo aprire ad usi di interesse pubblico, orientati alla socializzazione e alla condivisione di attività creative di interesse sociale e culturale. Abbiamo chiaro l’obiettivo di trasformare il patrimonio pubblico in una risorsa che deve essere liberata per la creazione di nuove imprese del terzo settore, di nuove opportunità aggregative e di rigenerazione dei quartieri.”

Un impegno importante perché abbiamo il dovere di restituire, con ogni sforzo, il nostro patrimonio storico alla comunità che deve poterlo fruire in un sistema integrato e diversificato. Lo Scipione Ammirato, immobile importante, dalle grandi potenzialità per la presenza di spazi aperti al quartiere e la sua localizzazione di cerniera tra Santa Rosa e il Centro Antico della città, aveva accumulato nel tempo elementi di criticità esponendolo a diffusi elementi di degrado, il bando della Fondazione con il Sud oggi consente all’Amministrazione di intercettare un finanziamento per il suo recupero e per la sua gestione.”

“Un’opportunità per le realtà associative locali che avranno l’opportunità di ambire ad un investimento pari a 500.000 euro tra recupero architettonico e gestione che vincola l’immobile per 10 anni. Ora spetta alla comunità costruire un progetto innovativo per la gestione dell’immobile, l’Amministrazione comunale si impegnerà a diffondere il bando con incontri pubblici specifici per divulgarlo il più possibile e fornire l’assistenza necessaria”.

Traduttore e addetto marketing per le aziende, ama viaggiare, leggere e creare agglomerati di pensieri, costruzioni maestose e imponenti di lettere e parole, il cui collante è il solo potere della fantasia.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Manifestazioni

A Torino anche la Puglia al Salone Internazionale del Libro

Nel segno di Carmelo Bene è presente la Puglia al Salone Internazionale del Libro che si sta svolgendo a Torino

Published

on

La Puglia al Salone Internazionale del Libro di Torino

E’ presente anche la Puglia al Salone Internazionale del Libro che dal 14 ottobre è in corso a Torino. Giunto alla XXXIII edizione, l’evento è tornato in presenza e si protrarrà per cinque giorni. Il direttore del Salone, Nicola Lagioia, nel giorno dell’inaugurazione, ha detto che sarà l’edizione più ricca e vasta di sempre, e si concluderà lunedì 18 ottobre. Per questa edizione la tematica scelta è “Vita Supernova”, dedicata alla celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Lo stand della Puglia è stato affidato, ad A.P.E, l’Associazione Pugliese Editori, che ha deciso di proporre fra i numerosi eventi anche la PRESENTAZIONE DELL’ARCHIVIO CARMELO BENE.

La Puglia al Salone Internazionale del Libro di Torino con Carmelo Bene

L’ archivio Carmelo Bene proposto dalla Puglia al Salone del Libro Torino nasce dalla volontà della Regione e delle eredi, la moglie Raffaella Baracchi e la figlia Salomè, di raccogliere in un unico luogo il patrimonio materiale e immateriale di Carmelo Bene. Gli spazi dove è stato realizzato l’archivio sono quelli dell’ex convitto Palmieri a Lecce. Tre i nuclei fondamentali che compongono la sua eredità culturale, il fondo librario, l’archivio personale e parte dei costumi teatrali, arredi dell’artista ed elementi di scena. Domenica 17 ottobre 2021, alle ore 18, presso lo Stand della Regione Puglia H34 Pad. 3, la Presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone, presenterà l’Archivio di Carmelo Bene.

Iniziativa su Carmelo Bene a cura del Consiglio Regionale

La pubblicazione Archivio Carmelo Bene è un’iniziativa curata dal Consiglio Regionale e dalla “Teca del Mediterraneo”, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese e i Poli biblio-museali della Regione Puglia. Si tratta di un vero e proprio patrimonio di autori, storie ed editori pugliesi, e di una terra da visitare, per leggere gustando in pieno bellezza e autenticità. L’assessore regionale alla cultura, Massimo Bray, ha dichiarato che la Puglia al Salone Internazionale del Libro ritorna con gioia e soddisfazione dopo la pausa causata dalla pandemia. Con questo stand istituzionale la Puglia presenta case editrici pugliesi, un programma di incontri variegato con gli autori e moltissime presentazioni, testimonianza di come il comparto dell’editoria pugliese sia in fervente attività.

Continue Reading

Trending