Connect with us

Eventi in Puglia

A Taranto nasce Teatrominimo, un teatro con 28 posti in 28 mq

Published

on

Teatro minimo, Taranto

TARANTO – Sarà inaugurato il prossimo 3 ottobre a Taranto Teatrominimo, il teatro con 28 posti in 28 mq creato da Stefano Zizzi. Sembra una cosa assurda, ma il progetto di Zizzi è diventato realtà e ha trasformato un vecchio locale commerciale in un piccolissimo teatro. Il progetto è stato eseguito in maniera tale da sfruttare ogni centimetro dello spazio disponibile e alla fine sono ventotto i posti riservati agli spettatori, ricavati appunto in ventotto metri quadri. Il teatro si trova in via Venezia 16 e si affaccia su piazza Bino Gargano, intitolata al famoso commediografo e punto di riferimento in campo teatrale per il territorio.

Teatrominimo piccolo teatro realizzato un unico ambiente

Teatrominimo, come dice il nome stesso, è un piccolo teatro realizzato un unico ambiente, in cui si trovano i posti a sedere per il pubblico, palco e camerino per gli artisti, ma anche regia e botteghino e perfino il guardaroba, i servizi igienici, il bar e la libreria. Stefano Zizzi, attore e autore si successo, ha voluto con forza la nascita di questo luogo particolare per dare vita a tutti i progetti che in altri posti non potrebbero vedere la luce. L’attore ha voluto creare una casa per l’arte, progettata totalmente da un artista e aperta a tutti coloro che hanno un progetto valido da portare avanti.

Prezzi anch’essi minimi come lo spazio

Zizzi ha commentato la nascita di Teatrominimo come una vera assoluta novità nel settore. Anche i prezzi saranno minimi e i costi dei biglietti sono infatti di 10 euro inclusa consumazione. Si potrà anche scegliere di fare un abbonamento, che prevede il pagamento di 20 euro per tre spettacoli. Una splendida idea per consentire a chi ama il teatro di avere uno spazio dove proporsi e avere un pubblico attento.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement

Incontri

E’ dedicata alla Puglia la prossima puntata di Linea Verde

La puntata di Linea Verde di domenica 23 gennaio sarà dedicata alla Puglia

Published

on

Linea Verde Puglia

Si parlerà della Puglia nella puntata di Linea Verde di domenica 23 gennaio che verrà trasmessa su Rai Uno alle 12.20. Condotta da Beppe Convertini e Peppone Calabrese, la trasmissione avrà come filo conduttore un famoso artista, Domenico Modugno, e andrà alla ricerca delle testimonianze sul cantante che ha portato il nome della regione in alto in tutto il mondo. Uno dei due conduttori farà tappa a Polignano a Mare, l’altro sarà invece a San Pietro Vernotico. I due poi si incontreranno, ma dopo aver fatto una chiara ricostruzione della vita del cantante e dei momenti vissuti in Puglia.

Di cosa si parlerà a Linea Verde

L’altra tappa della puntata di domenica di Linea Verde sarà a Ostuni, e porterà il pubblico a scoprire il Parco Naturale Regionale delle dune costiere. I due conduttori durante la puntata percorreranno itinerari naturalistici e storici di straordinaria importanza, Beppe a cavallo e Peppone in e-bike, allo scopo di approfondire la conoscenza del territorio che si è trasformato da qualche anno in un’oasi sul mare. Peppone e Convertini scenderanno in un frantoio ipogeo per cercare reperti che possono raccontare la storia dell’olio, ma faranno anche tante altre cose, come per esempio andranno dietro alle greggi nei pascoli per comprendere meglio come possono essere utili al territorio gli animali.

Tante avventure con i conduttori

Peppone Calabrese e Beppe Convertini, come al solito, intratterranno il pubblico immergendosi in esperienze uniche e fantastiche. Inoltre, ascolteranno i racconti di chi ha messo la propria conoscenza al servizio della didattica, come per esempio hanno fatto i vecchi pescatori di fiume che oramai sono diventati dei veri e propri guardiani dell’ecosistema. Prima di andare via dalla città bianca, i due conduttori si occuperanno di parlare di un’altra attività di recupero del territorio e delle radici, in particolare degli orti urbani, che riempiono di colore Ostuni anche nella stagione invernale.

Continue Reading

Trending