Connect with us

Teatro

Eventi in streaming per il Petruzzelli di Bari che non si ferma neanche con il covid

Published

on

Petruzzelli - Bari

Non si ferma neanche con l’emergenza sanitaria il Teatro Petruzzelli di Bari e dopo il decreto governativo che ha emanato le restrizioni anti – contagio che ha chiuso i teatri ha deciso di proseguire con la programmazione ma via streaming. Il sovrintendente Massimo Biscardi, in accordo con il presidente della Fonazione e il sindaco Decaro ha annunciato che gli eventi della stagione concertistica 2020 gratuitamente proseguiranno in streaming e potranno essere visti sulla pagina web della Fondazione e sulla piattaforma Facebook. Gli spettacoli verranno trasmessi in questa modalità per tutta la durata del decreto.

I concerti del Petruzzelli di Bari a titolo a gratuito

La Fondazione ha motivato questa decisione dicendo che vuole offrire a tutti la possibilità di vedere gratuitamente i concerti della stagione 2020. Visto che le attività non sono state obbligate a fermarsi la Fondazione ha colto quindi l’occasione per continuare a lavorare e offrire gli spettacoli alla comunità da vedere fra le mura domestiche. La Fondazione ha affermato che certamente vedere i concerti dal vivo è tutta un’altra cosa, tuttavia il pubblico gradirà ugualmente questa iniziativa e potranno vederli anche coloro che non sono mai stati al Petruzzelli di Bari.

La programmazione proseguirà fino alla durata del decreto Conte

Tutta la comunità potrà quindi vedere i concerti che si terranno al Petruzzelli di Bari e vedrà i direttorei d’orchestra come se fossero di presenza. Il primo evento si era tenuto il 26 ottobre e aveva raccolto oltre tremila partecipanti, ma vista la situazione la Fondazione ha deciso di non tirarsi indietro e di seguire la programmazione. I prossimi concerti saranno il 12 novembre, Quartetto di Cremona, e il 17 novembre, Artemis Quartett.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Teatro

Nasce in Puglia il Green Note, l’evento si terrà a Monte Sant’Angelo

Published

on

Puglia il Green Note

Il 7 luglio a Monte Sant’Angelo si terrà il Green Note, Gargano jazz&food, evento ideato e coordinato dall’Agenzia Scopro, vincitore dell’Avviso Pubblico del Teatro Pubblico Pugliese “Custodiamo la cultura in Puglia – Audience engagement, sviluppo e ricerca”. L’evento avrà luogo presso l’Elda Hotel, nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, e nello stesso giorno del quarto anniversario del riconoscimento Unesco delle Faggete Vetuste della Foresta Umbra. La manifestazione è patrocinata dall’Ente Parco Nazionale del Gargano e dal Comune di Monte Sant’Angelo, e finanziata dall’Assessorato dell’Industria turistica e culturale della Regione Puglia e dal Teatro Pubblico Pugliese.

Il Green Note evento straordinario

Interverrà all’evento Green Note, Gargano jazz&food, evento il mitico Nick the Nightfly che suonerà insieme al suo quintetto. Cantante, speaker radiofonico di RadioMonteCarlo, compositore, musicista e perfino talent scout, Nick The Nightfly è un artista poliedrico che lancia nuovi gusti musicali e nuove mode. Insieme al suo quintetto ha inciso il cd Nice One e B-Yourself, a cui hanno partecipato Fabrizio Bosso, Incognito, Paula Morelenbaum e altri. Direttore artistico del Blue Note Milano dal 2003, lo ha trasformato in un punto di riferimento del jazz. Prima del concerto, che si terrà alle ore 21.30, ci sarà una degustazione esperienziale, che metterà in vista tutte le eccellenze del Gargano.

Il jazz nella Foresta Umbra

Rossella Ciuffreda, presidente dell’Agenzia Scopro, ha detto che con il Green note la musica jazz abbandona i panni del contesto urbano e si cala nella Foresta Umbra, Patrimonio mondiale dell’umanità tutelato dall’UNESCO” dal 2017, e uno degli scenari naturalistici più importanti della Puglia. Le note della musica jazz in questo contesto green si lasciano ispirare dalle armonie e dai suoni che è in grado di sprigionare la Foresta, creando uno spettacolo unico. Il progetto trae ispirazione dal famoso Blue Note che da ha visto passare gli artisti jazz, blues, soul più celebri da New York a Milano, passando per Pechino, Tokio, Honolulu, Rio de Janeiro. La serata sarà certamente memorabile.

Continue Reading

Trending