Connect with us

Tradizioni

Puglia, al via l’evento Luci su Vieste per celebrare la ripartenza

Con Luci su Vieste in Puglia si incontrano simbolicamente cento nazioni

Published

on

luci su vieste

Un evento speciale in Puglia farà incontrare simbolicamente cento nazioni. L’evento è Luci su Vieste, ideato da dieci giovani designers, che con la loro creatività hanno reinterpretato l’artigianato tradizionale e hanno creato nel cuore del Gargano un percorso di oltre 1 km coloratissimo e unico. Il titolo di questo evento vuole anche essere uno stimolo per ripartire e riportare la speranza e la rinascita dopo la pandemia che ha stravolto le vite di tutti. E quindi ci sarà il drago cinese, la sirenetta di Copenaghen, la regina d’Inghilterra, il Lama alpaca del Perù, ben cento simboli per far incontrare cento nazioni.

Luci su Vieste celebra la speranza e la rinascita

A fare da protagonisti in occasione dell’evento Luci su Vieste sono le luminarie, icone dell’arte pugliese, strumento usato per unire simbolicamente le nazioni e i popoli, e dare un segno di rinascita e speranza a tutti dopo la pandemia. Fra gli artisti c’è Luca Desiderato che ricorda nelle sue opere come durante il lockdown la natura si sia impossessata dei suoi spazi. Chiara Ventrella, anche lei parla di rinascita, e ha raffigurato ciascun Paese con una sua caratteristica. Maria Paola d’Amato e Claudia Inglese hanno realizzato i mari solcati da surfisti di oggi e coloni di ieri per simboleggiare l’Australia.

Tanti simboli per i cento paesi

Davide Scassillo e Margherita Valente hanno simboleggiato l’Afghanistan come un soldato che esce dalla trincea dopo anni di guerra. La scelta di Veronica Condello sono stati i volti, senza mascherina però, ma liberi e decorati con maschere, copricapi o con i costumi che a Capo Verde si indossano per il Carnevale di Mindelo. Invece, per l’Italia Daniela Colasanto e Asia Consueto e hanno scelto il volto di Dante, e non potevano fare di meglio in occasione del settecentesimo anniversario dalla sua morte. Elio Colasanto, regista e attore, ha creato questa installazione a cielo aperto e che dal 2 ottobre sarà visitabile.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tradizioni

Bari, evento San Nicola in tv, sarà trasmesso senza folla dal vivo

Published

on

sagra di San Nicola a Bari

A causa della pandemia da covid non sarà possibile celebrare l’arrivo delle spoglie del vescovo di Myra a Bari come è stato gli altri anni, a parte il 2020. Visto che non sarà possibile far partecipare la folla dal vivo, sarà trasmesso l’evento San Nicola in tv almeno su un’emittente televisiva di importanza regionale. Il segnale verrà comunque messo a disposizione gratuitamente di ogni altra emittente Tv che fosse interessata. Dovrebbe essere il gruppo IdeAzione ad aggiudicarsi l’organizzazione dell’evento, anche perché è stato il solo gruppo a partecipare al bando. La commissione martedì prossimo dovrebbe dare l’ok definitivo.

L’evento San Nicola in tv su emittente regionale

Se non avesse partecipato al bando neanche la società guidata da Christian Calabrese, il bando da 40mila euro sarebbe andato deserto. Il gruppo aveva vinto anche la gara del 2020, ma non aveva mai firmato il contratto per organizzare l’evento per il vescovo di Myra. La parata di maggio con il pubblico lo scorso anno è stata annullata per via dell’emergenza sanitaria, ma anche quest’anno le cose non vanno meglio e il gruppo dovrà trasmettere l’evento San Nicola in tv, senza pubblico dal vivo, e almeno da una emittente regionale. L’evento è previsto per il 7 maggio e quindi, come detto, non ci sarà corteo.

Il palcoscenico sarà il piazzale della Basilica

Quest’anno il gruppo trasmetterà l’evento San Nicola in tv e avrà come palcoscenico il piazzale della Basilica. La narrazione durerà un’ora e mezza e avrà come protagonisti gli attori e i danzatori della compagnia Badathea. Christian Calabrese, fondatore del gruppo IdeAzione, ha detto che il progetto che avevano in mente dovrà essere rimodulato. Non ci saranno selezioni o provini e metteranno in scena una rievocazione dell’approdo delle reliquie di San Nicola che rispecchia testi e tradizione. Calabrese ha anche aggiunto che il contributo economico è abbastanza esiguo e probabilmente altri gruppi non hanno partecipato proprio per questo.

Continue Reading

Trending