Connect with us

People

Il Docente dell’anno 2020 è pugliese, lo dice YEA

Published

on

Docente dell'anno 2020

E’ pugliese secondo YEA il Docente dell’anno 2020. Il professore si chiama Daniele Manni e insegna informatica al Galilei-Costa di Lecce. A settembre Manni si era classificato terzo agli “International Entrepreneurship and Innovation Teaching Excellence Awards” e ad ottobre aveva vinto un riconoscimento molto importante, il “Global Teacher Award”, che lo ha nominato primo docente italiano. A questi riconoscimenti si è aggiunto nei giorni scorsi quello di “Pugliese dell’Anno” assegnato dalla rivista “Amazing Puglia” e di “Docente dell’Anno 2020” secondo YEA, ovvero “Your Edu Action”.

Ha fatto incetta di premi il Docente dell’anno 2020

Tantissimi dunque i premi vinti dal Il Docente dell’anno 2020, Daniele Manni, che ha chiuso questo anno in bellezza. In una nota l’organizzazione dedicata al mondo, la YEA, nei giorni scorsi ha reso noto il nome del docente a cui intendeva dare il riconoscimento di miglior insegnante dell’anno. E guarda caso si trattava proprio del professor Manni, che ha vinto questo prestigioso riconoscimento oltre tutti gli altri già ricevuti. Il professore, che insegna informatica e auto-imprenditorialità al “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce, durante la sua carriera ha dato il suo prezioso contributo per dare vira a progetti imprenditoriali di giovani studenti. Costoro hanno messo in pratica i suoi suggerimenti e hanno ottenuto traguardi importanti.

Il professore si è distinto per i suoi preziosi insegnamenti

Il premio di Docente dell’anno 2020 a Daniele Manni è stato assegnato per la priorità che ha dato nell’impartire ai suoi alunni consigli preziosi per diventare grandi imprenditori. Il professore è il primo in Italia ad aver vinto il “Global Teacher Award”. Manni nel 2014 ha fondato insieme alla collega Elisabetta D’Errico e a 16 studenti la prima società cooperativa scolastica “Arianoa” che si propone di fare da incubatore per le micro imprese dei suoi studenti under 19. Per l’impresa sociale Mabasta contro il bullismo è stato un grande successo ed è stata presentata nel 2017 anche sul palco di Sanremo.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

People

Ricercatore di Torremaggiore in endocrinologia premiato come migliore d’Italia

E’ stato premiato come migliore d’Italia il ricercatore di Torremaggiore in endocrinologia

Published

on

Luigi Barrea Ricercatore di Torremaggiore in endocrinologia

Nei giorni scorsi è stato insignito del titolo di migliore d’Italia il ricercatore di Torremaggiore Luigi Barrea. Lo scienziato italiano under 40 ha vinto il premio italiano più importante per i giovani ricercatori nel campo endocrinologico e metabolico, che è il Premio SIE 40 della Società Italiana di Endocrinologia. Il professore, che è anche Dottore di Ricerca in Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione e Specialista in Scienza dell’Alimentazione presso il Centro di Eccellenza dell’obesità accreditato dalla SIO, ha ricevuto il premio durante il 41° Congresso Nazionale della SIE. Nel corso dell’evento ha tenuto una Lectio Magistralis su quanto la nutrizione influenzi gli assi endocrini nel paziente obeso.

Il ricercatore di Torremaggiore felice del premio ricevuto

Il riconoscimento che il ricercatore di Torremaggiore  ha ottenuto lo ha entusiasmato. Barrea ha detto che si tratta di un premio molto importante per tutti i giovani ricercatori che hanno la passione per la ricerca scientifica e spesso hanno anche sacrificato la loro vita privata. Il professore ha concluso la Lectio Magistralis con un ringraziamento profondo ai suoi genitori, ai quali ha dedicato il Premio, ma anche al fratello e alla sorella, che lo hanno sempre supportato in ogni istante della sua vita. Barrea ha aggiunto che il premio per lui rappresenta uno stimolo ulteriore per occuparsi di più alla Società Italiana di Endocrinologia e alla ricerca medica scientifica nazionale e internazionale.

Barrea ha pubblicato oltre 120 articoli

Il ricercatore di Torremaggiore  Luigi Barrea ha alle spalle una pubblicazione di oltre 120 articoli originali su riviste internazionali. I suoi studi spaziano dall’obesità alle disfunzioni endocrine come sindrome dell’ovaio policistico, tumori tiroidei, ipovitaminosi D e tumori neuroendocrini alle patologie dermatologiche come psoriasi, acne ed idrosadenite suppurativa. Da poco si occupa anche della dieta chetogenica nei pazienti obesi. E’ stato premiato con riconoscimenti italiani ed internazionali, fra questi c’è anche il premio Nutrients 2020 Young Investigator Award, ricevuto come giovane ricercatore mondiale nel campo della nutrizione clinica. Solo due ricercatori in tutto il mondo lo hanno ricevuto.

Continue Reading

Trending