Piazza Mercantile è una tra le più suggestive location di Bari. Chiunque si trovi in città, non può assolutamente evitare di visitare questa zona storica di Bari, oggi ancora vero e proprio centro di aggregazione. Si giunge alla piazza da varie entrate: da Piazza del Ferrarese, dalla strada Francigena, da strada degli Orefici, da via Re Manfredi e da vico Corsioli.

Piazza Mercantile è collegata a via Venezia da una rampa, localizzata nei pressi del leone lapideo. E’ collegata anche al lungomare Imperatore Augusto per mezzo di un arco tra le mura e alla basilica di San Nicola mediante la rua fragigena.

Piazza Mercantile è anche detta Piazza Maggiore (o Piazza Grande) ricopre oggi un ruolo davvero insostituibile per la città di Bari. E’ un vero e proprio centro di aggregazione, che offre a chiunque la visiti alcuni segni essenziali, come il palazzo del Sedile, con la sua torre dell’Orologio, il Palazzo della Dogana, il già citato leone lapideo, la fontana barocca e il bassorilievo di una bella Madonna del XV-XVI secolo.

La piazza in questione sorge in un quartiere a vocazione mercantile. Ciò è dovuto sicuramente alla zona strategica in cui è inserita, vicina al porto e quindi favorevole agli spostamenti via mare. La piazza, verso la metà del Quattrocento, fu sede delle istituzioni cittadine, mentre nel Seicento fu sottoposta a un riassetto: questo perché in quel periodo un incendio aveva colpito alcune delle case situate nei pressi.

Nell’Ottocento Piazza Mercantile mantenne il suo ruolo di sede di feste, cerimonie e pubblico divertimento. Successivamente, però, la piazza perse il suo ruolo centrale, per via della costruzione del porto mercantile che si trova sul fronte opposto della città. Il ruolo della piazza fu quindi ricoperto da Corso Vittorio Emanuele, dove erano situati i principali edifici pubblici ed i ritrovi cittadini.