Il Movimento Turismo del Vino presente al Vinitaly 2019
Riconoscimento editoriale: WolfBlur / it.wikipedia.org

Il Movimento Turismo del Vino ha rinnovato la sua presenza anche quest’anno in vista della 53esima edizione del Vinitaly – Salone Internazionale dei Vini e Distillati che si sta tenendo a Verona proprio in questi giorni.

Il Consorzio nasce in Puglia nel 1998, dall’iniziativa di cinque produttori pionieri, per promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione, sostenere l’incremento dei flussi turistici nei territori a forte vocazione vitivinicola, qualificare i servizi turistici delle cantine, incrementare l’immagine e le prospettive economiche ed occupazionali dei territori del vino. Attorno a questi obiettivi si è costruita una grande “famiglia” oggi composta da settanta cantine, associate in forma di società consortile, che rappresentano una fetta importante e prestigiosa del comparto vitivinicolo pugliese: dalla Daunia al Salento, è l’unica realtà no profit attiva che raggruppa una così ampia rappresentanza. 20 anni di attività per crescita del territorio, costellati di eventi, degustazioni, corsi di formazione, fiere, workshop, attività di promozione in Italia e all’estero: un continuo “fermento” per supportare e far conoscere la migliore Puglia del vino.

In una fiera che porta i produttori a rinchiudersi nei propri stand aziendali, avere finalmente uno spazio riservato al Consorzio è un passo molto importante – dichiara Maria Teresa Varvaglione, presidente del Consorzio. – Lo stand del Movimento sarà il collettore e il punto d’incontro di tutte le nostre forze, il luogo in cui potremo fare base per promuovere le nostre eccellenze enoturistiche in connessione con le bellezze del territorio. Un’attività che a Vinitaly portiamo avanti da ormai 18 anni, e che per questa 53esima edizione si arricchisce del contributo di Buonaterra – Movimento Turismo dell’Olio e del Parco dell’Alta Murgia, partner d’eccezione che completano la nostra proposta della Puglia come meta per vacanze all’insegna del gusto, del relax, della vita rurale. Degustazioni e itinerari enogastronomici racconteranno le terre del vino di Puglia a tecnici, giornalisti e opinion leader da tutta Italia.”