telescopio a raggi a gamma
fonte web: il fatto quotidiano

BARI – Andrà in Arizona Uniba, per la realizzazione del telescopio a raggi a gamma, frutto di una stretta collaborazione tra le università americane e quella italiana. L’Università di Bari (Uniba) ha infatti preso parte ad un grande progetto innovativo che verrà inaugurato nel centro Harvard & Smithsonian, Fred Lawrence Whipple Observatory di Amado in Arizona e che consiste appunto nella realizzazione di un telescopio.

Cooperazione tra Italia e USA porta grandi benefici

Il prototipo del telescopio a raggi a gamma che verrà inaugurato negli Stati Uniti è frutto della sinergica collaborazione tra le università americane e quella italiana. La cooperazione tra gli USA e l’Italia ha dimostrato come l’incontro tra i talenti migliori porti grandi benefici. A coordinare il team italiano che ha lavorato al telescopio pSCT è stato il professor Francesco Giordano del Dipartimento Interateneo di Fisica ‘M. Merlin’ dell’Uniba. Il nuovo telescopio per luce Cherenkov si basa sulla tecnologia Schwarzchild-Couder e sfrutta un nuovo design ottico. Per esplorare l’universo nello spettro elettromagnetico è possibile farlo grazie al diametro di 9,7 metri di apertura.

Novità assoluta del telescopio a raggi a gamma

Ad ottobre 2018 è stato inaugurato il Grande telescopio nell’isola di Lapalma e il nuovo cannocchiale sarà utilizzato per creare un nuovo osservatorio di generazione Cherenkov Telescope Array (CTA). La novità assoluta del telescopio a raggi a gamma pSCT consiste nel fatto che è il primo telescopio dei raggi a gamma ad utilizzare il design SCT e dovrebbe migliorare le prestazioni del CTA verso un limite teorico della tecnologia adoperata. Stando alle note spiegate direttamente dall’Uniba, l’osservatorio CTA consisterà in oltre 100 telescopi di tre diverse dimensioni e studierà sorgenti di raggi gamma astrofisiche nell’intervallo di energia da 20 Giga-elettronVolt a 300 Tera-elettronVolt, con una sensibilità circa dieci volte superiore rispetto a qualsiasi osservatorio mai realizzato in precedenza.