Andria inclusa nella rete dei siti Unesco di Puglia

0
63
rete dei siti Unesco di Puglia

La creazione della rete dei siti Unesco di Puglia ha incluso anche Andria, oltre alle città di Alberobello, Monte Sant’Angelo e Matera in un accordo sottoscritto per valorizzare i siti Unesco. In questa intesa sono inclusi anche il Parco Nazionale del Gargano, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia e il Polo Museale della Puglia.

L’iniziativa punta alla valorizzazione dei siti UNESCO con i poli museali, i parchi nazionali presenti in regione e tutti quei comuni in cui sono ubicati i siti dichiarati patrimonio dell’Unesco in Puglia, tra cui è stata coinvolta anche la città di Matera. Si tratta di un’esperienza pilota di rete dei siti Unesco di Puglia che ha l’obiettivo di mettere a sistema il patrimonio prestigioso presente in gran quantità in questi luoghi e per portare alto il valore che distingue il territorio. Anche la città di Andria vanta bellezze uniche e rare, che meritano di diventare oggetto di turismo.

Rete dei siti Unesco di Puglia per valorizzare il territorio

E’ un’esperienza assolutamente nuova quella della rete dei siti UNESCO di Puglia e dovrebbe distinguersi per la volontà di una collaborazione rinnovata e per la creazione di proposte e iniziative dei siti Unesco con itinerari e servizi integrati realizzati con il MIBACT, il Ministero dei Beni Culturali. Sul suo territorio la regione Puglia può vantare dei beni di rara bellezza e unici al mondo, che consentono di narrare storie affascinanti e coinvolgenti, tali da farli diventare un vero e proprio punto di riferimento turistico nel mondo.

L’intesa raggiunta nei giorni scorsi rientra nell’ambito di un percorso precedentemente avviato per la sperimentazione ed è la base operativa per la scadenza di un progetto che consente intercettare i finanziamenti della legge nazionale n. 77 del 2006, fino ad ora mai ottenuti appunto per l’assenza di una visione strategica e un progetto chiaro e preciso. Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia è un punto di riferimento di importanza rilevante per la qualità poiché è sede di un’area piuttosto vasta ma anche per il supporto finanziario.