Connect with us

Curiosità

Occhiali green Ferilli Eyewear realizzati con materie prime del Salento

Published

on

Occhiali green Ferilli Eyewear realizzati con materie prime del Salento

PUGLIA – Ancora una volta il Salento è musa ispiratrice e questa volta è la collezione Ferilli Eyewear ad aver preso spunto dalle bellezze di questo territorio. Le collezioni di occhiali green realizzati con materie prime del Salento, i fichi, sono opera di un giovane nato e cresciuto in Puglia, Cristiano Ferilli. Il giovane ha rivoluzionato il mondo degli occhiali da sole e ha inventato una collezione originale e totalmente green. Con questi occhiali è possibile apprezzare le meraviglie della natura valorizzandole e proteggendo gli occhi.

Ferilli Eyewear perfetto connubio tra natura ed estetica

Gli occhiali da sole Ferilli Eyewear sono dei validi per stare al sole e godere a 360 gradi dei colori meravigliosi del paesaggio. L’amore per la sua terra e il desiderio di realizzare un prodotto green hanno portato Cristiano a produrre gli occhiali da sole utilizzando una materia prima unica nel suo genere e davvero insolita, i fichi d’india. Gli occhiali sono infatti realizzati con materiale ottenuto dalla lavorazione delle pale disidratate del frutto, facilmente reperibile nel territorio salentino, coniugando così alla perfezione natura ed estetica.

Ferilli Eyewear tre collezioni diverse

Sono ben tre le collezioni presentate da Ferilli Eyewear, in una serie limitata di 120 pezzi, che rappresentano omaggio a San Gregorio, Otranto e Porto Miggiano, tre località pugliesi ritenute rappresentative del Salento. I prodotti sono lavorati a mano da maestri artigiani del legno, che intagliano la fibra utilizzata per produrre l’occhiale. Le aste flessibili sono in legno di ulivo e la parte frontale è realizzata con legno di betulla. Lo stilista ha voluto sottolineare che le collezioni portano tre nomi diversi in quanto derivano dal nome della località dalle quali prendono il nome i modelli. Inoltre, ogni modello è disponibile in una versione scura della lente, per dare modo ad ognuno di scegliere quello preferito.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Curiosità

Tre sorelle pugliesi hanno dato vita a CanguroLab

CanguroLab è un portale gratuito dove si può trovare di tutto

Published

on

CanguroLab

Creato da tre sorelle pugliesi, CanguroLab è il sito delle mamme digitali dove si possono trovare vestiti, giochi, attrezzature, cure per i bimbi e tanto altro, e per averli a casa basta solo un clic. Ideale per le famiglie con bimbi da crescere, che hanno sempre più spesso bisogno di aiuto per trovare l’insegnante migliore, la babysitter più affidabile, il pediatra più esperto, ma anche eventi, corsi e molto altro. Oltre agli acquisti, quindi, ci sono anche tanti aiuti che in passato era possibile reperire dai vicini di casa. In pratica, si tratta di un mondo dedicato interamente ai bambini.

CanguroLab è un piccolo borgo online

Quello che distingue CanguroLab è il fatto di essere stato concepito come un piccolo borgo online, dove chiunque può trovare consigli e aiuti per assicurare il benessere ai propri bimbi. Il sito è stato fondato da tre sorelle originarie di San Marco la Catola, un comune foggiano, che hanno deciso di mettere insieme le loro competenze per dare vita ad un nuovo progetto per l’infanzia, ma in particolare per mamme e papà. Rossella Fascia, 47 anni,ha detto che vivendo in un paese di circa duemila abitanti partire per lavoro è inevitabile. Lei è un’insegnante montessoriana e ha lavorato a Londra come nanny full time, mentre Donatella, 45 anni, ha lavorato sempre negli studi notarili. Invece, Genny, che ha 42 anni, è avvocato internazionalista.

Le tre sorelle sono tornate in Italia e hanno aperto il sito

Il loro obiettivo, con la creazione di CanguroLab, è quello di ricreare sul web il concetto di comunità come aiuto per i genitori che devono crescere i figli e trovare tutto ciò di cui si ha bisogno con un clic. Professionisti, insegnanti, corsi, eventi, c’è tutto nel sito e le mamme sono attive in qualsiasi città d’Italia. Grazie agli scambi online le famiglie possono trovare i produttori più vicini, fare acquisti sostenibili e viene data maggiore visibilità a tutto ciò che è solidale. Tutto questo, si trasformerà in altri servizi entro la fine dell’anno.

Continue Reading

Trending