L’olio pugliese è considerato uno dei migliori in assoluto e anche la sua produzione, quest’anno attestata attorno al 30%, manterrà la sua qualità nonostante la siccità che ha provato il territorio. Infatti, proprio a causa dell’assenza di piogge, è stato decretato un ingente calo di produzione dell’oro giallo. Il calo della raccolta di olive previsto al Sud prevede fino al 50% in meno del raccolto e queste previsioni riguardano proprio per la maggior parte la Puglia. Sebbene quest’anno la colpa non sia stata della mosca che qualche anno fa ha danneggiato il raccolto, stavolta ci ha pensato la siccità a compiere il danno.

A consolare i produttori è comunque la qualità dell’olio, quest’anno ancora più eccellente degli altri anni. A confermarlo è Gaetano Bonasia, agronomo del Cno e direttore tecnico della Op Olivetti terra di Bari: l’agronomo ha sottolineato con grande soddisfazione che l’oro di Puglia manterrà la sua qualità e può essere considerato a ragione uno dei migliori oli in assoluto.

olio pugliesePurtroppo i cambiamenti climatici mettono a rischio buona parte della produzione di olive: basta pensare che nel barese si concentra circa il 60% della produzione nazionale di olio d’oliva italiano e proprio queste zone sono soggette sia al calo termico dei mesi freddi sia alla forte siccità dei mesi estivi.