Connect with us

Curiosità

Pumo pugliese, oggetto simbolo di artigianato e tradizione regionale

Published

on

Pumo pugliese

Simbolo assoluto di artigianato e tradizione regionale, il pumo pugliese è uno degli oggetti che rappresenta la capacità artistica di questa regione, esperta nella lavorazione della ceramica. Nel tempo il pumo pugliese ha conquistato un posto di primo piano, emblematico, che adorna le abitazioni e scelto da molti anche come bomboniera di nozze. Dalle forme barocche del pumo si intuisce che ha origini secolari e che un tempo apparteneva a ceti sociali elevati.

Con questo oggetto in passato si adornavano le scale, le ringhiere dei balconi e le famiglie lo personalizzavano per distinguerlo dagli altri. Il pumo e le ceramiche di Grottaglie raccontano le tradizioni della Puglia in maniera esemplare: il pumo di ceramica è molto apprezzato e i turisti lo acquistano per portarlo via come ricordo.

Pumo pugliese portafortuna

Il pumo pugliese in ceramica è presente in vari formati, decorato con cromature differenti e particolari, che ne fanno un oggetto unico e molto apprezzato. A Grottaglie sono numerosissimi i negozi che vendono il pumo in ceramica, lavorato da esperti ceramisti che hanno portato in alto questa arte facendola diffondere in tutto il mondo. Grottaglie è infatti tra le 28 italiane che sono state insignite di un riconoscimento importante sull’arte della ceramica. Alla base della nascita del pumo, che poi li fece diventare degli elementi decorativi, vi era l’idea di farli somigliare ad un frutto o ad un fiore.

Il bocciolo di ceramica simboleggiava tutto ciò che era positivo, ricchezza, fecondità, abilità: per la tradizione pugliese questo simbolo era capace di fronteggiare le cose negative della sorte e da qui cominciò ad essere considerato un portafortuna. Ad oggi quella del pumo pugliese è diventata una tendenza ed è presente in tantissimi negozi in varie forme e dimensioni, colorato e variopinto, decorati finemente, in grado di attrarre l’attenzione e di adornare qualsiasi angolo con vivacità e originalità.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Curiosità

Tre sorelle pugliesi hanno dato vita a CanguroLab

CanguroLab è un portale gratuito dove si può trovare di tutto

Published

on

CanguroLab

Creato da tre sorelle pugliesi, CanguroLab è il sito delle mamme digitali dove si possono trovare vestiti, giochi, attrezzature, cure per i bimbi e tanto altro, e per averli a casa basta solo un clic. Ideale per le famiglie con bimbi da crescere, che hanno sempre più spesso bisogno di aiuto per trovare l’insegnante migliore, la babysitter più affidabile, il pediatra più esperto, ma anche eventi, corsi e molto altro. Oltre agli acquisti, quindi, ci sono anche tanti aiuti che in passato era possibile reperire dai vicini di casa. In pratica, si tratta di un mondo dedicato interamente ai bambini.

CanguroLab è un piccolo borgo online

Quello che distingue CanguroLab è il fatto di essere stato concepito come un piccolo borgo online, dove chiunque può trovare consigli e aiuti per assicurare il benessere ai propri bimbi. Il sito è stato fondato da tre sorelle originarie di San Marco la Catola, un comune foggiano, che hanno deciso di mettere insieme le loro competenze per dare vita ad un nuovo progetto per l’infanzia, ma in particolare per mamme e papà. Rossella Fascia, 47 anni,ha detto che vivendo in un paese di circa duemila abitanti partire per lavoro è inevitabile. Lei è un’insegnante montessoriana e ha lavorato a Londra come nanny full time, mentre Donatella, 45 anni, ha lavorato sempre negli studi notarili. Invece, Genny, che ha 42 anni, è avvocato internazionalista.

Le tre sorelle sono tornate in Italia e hanno aperto il sito

Il loro obiettivo, con la creazione di CanguroLab, è quello di ricreare sul web il concetto di comunità come aiuto per i genitori che devono crescere i figli e trovare tutto ciò di cui si ha bisogno con un clic. Professionisti, insegnanti, corsi, eventi, c’è tutto nel sito e le mamme sono attive in qualsiasi città d’Italia. Grazie agli scambi online le famiglie possono trovare i produttori più vicini, fare acquisti sostenibili e viene data maggiore visibilità a tutto ciò che è solidale. Tutto questo, si trasformerà in altri servizi entro la fine dell’anno.

Continue Reading

Trending