Connect with us

Curiosità

Regione Puglia: stanziati 100 mln per rete integrata di 100 Biblioteche

Published

on

100 Biblioteche

Saranno 100 le biblioteche diffuse su tutto il territorio: la regione Puglia ha infatti stanziato 100 milioni di euro per costruire una rete integrata di 100 Biblioteche di Comunità diffuse su tutto il Territorio.

Su una nota della Regione Puglia si legge: “Impegno mantenuto. A fronte di oltre 160 progetti di elevata qualità presentati da Comuni, Province, Università, Istituti scolastici in risposta all’avviso pubblico SMARTin Puglia – Community Library, l’Amministrazione regionale, su proposta dell’Assessore all’Industria turistica e culturale Loredana Capone, ha deciso di quintuplicare la dotazione finanziaria inizialmente fissata in 20 milioni di euro portandola a oltre 100 milioni”.

Per la regione si tratta della più grande infrastrutturazione culturale del Paese. Lo stanziamento darà quindi modo di realizzare quasi 100 dei 135 progetti considerati fattibili e garantire così l’infrastrutturazione culturale dell’intero Territorio pugliese, tramite una rete integrata di 100 Biblioteche di Comunità.

Rete integrata di 100 biblioteche, un presidio in ogni città

In pratica, con la costruzione della rete integrata di 100 biblioteche, ci sarà presidio, in ogni città, dalle più piccole fino alle più grandi e i livelli di lettura avranno un netto incremento dal Gargano al Salento, fornendo anche più formazione e consapevolezza. Tutto ciò andrà ad incidere sul benessere delle comunità, ovviamente in maniera positiva e farà crescere il senso della lettura e della responsabilità per tramandarla agli altri.

Si tratta di una risposta molto forte e significativa per aggredire il problema irrisolto degli scarsi livelli di produzione e lettura di libri rilevati dall’ISTAT che pongono la Puglia agli ultimi posti tra le Regioni italiane. IN questo modo aumenterà la voglia di formazione e di crescita culturale e sarà di grande aiuto per far crescere il paese che ha bisogno di una mossa per apparire migliore agli occhi dell’Europa. L’investimento strutturale va ad incidere quindi sul futuro della Puglia e alla sua visione nel mondo

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Curiosità

A Chioggia arriva dopo 44 anni una cartolina da Taranto

La cartolina da Taranto è stata spedita da un giovane di Chioggia

Published

on

Cartolina da Taranto

Ha fatto un percorso molto lungo la cartolina da Taranto che un giovane chioggiotto ha spedito 44 anni fa, prima che partisse per il militare. La cartolina è giunta alla Cattedrale di Chioggia dopo tutto questo tempo, e non si capisce perché questo ritardo assurdo. Il giovane che l’ha spedita era un ragazzo che frequentava la parrocchia del Duomo e voleva dire al parroco quanto era stato bene in quella comunità. La data della spedizione risale al 1977, ma solo adesso la cartolina è arrivata a destinazione. Il giovane doveva fare il militare nel centro addestramento reclute della Marina militare «Ignazio Castrogiovanni» di Taranto.

Giunge dopo 44 anni la cartolina da Taranto

Il 18enne chioggiano che ha inviato la cartolina da Taranto aveva messo come destinatario monsignor Francesco Zenna, allora cappellano della cattedrale di Chioggia. Sulla cartolina aveva appiccicato due francobolli, uno da 100 lire e uno da 20, tuttavia per tutto questo tempo non è stata mai consegnata. Forse è andata a finire nel fondo di qualche sacco delle poste, oppure in qualche cesto, fatto sta che solo sabato scorso, dopo ben 44 anni, la cartolina è stata finalmente consegnata. Il parroco di allora è rimasto sorpreso dell’arrivo di questa cartolina, che è giunta al Duomo di Chioggia, proprio dove aveva la residenza 44 anni fa.

Il parroco ha contattato il mittente

Monsignor Zenna ha detto di essere piacevolmente sorpreso e anche incuriosito di questa cartolina da Taranto arrivata dopo 44 anni. Così, aiutato dall’altro parroco, hanno rintracciato il mittente del giovane che ha inviato la cartolina. I due si sono sentiti al telefono e per entrambi è stato un piacere. Oggi il giovane che allora aveva 18 anni è sposato, ha figli ed è nonno. Ancora non è stata chiarita la vicenda del ritardo, ma ad ogni modo l’arrivo della cartolina ha avuto come effetto quello di far comunicare due persone che non si sentivano da tempo, anzi da moltissimo tempo, da ben 44 anni!

Continue Reading

Trending