giovani in fuga dalla Puglia

Dai dati diffusi lo scorso agosto sugli under 30 che vanno via dall’Italia è emerso che vi sono ben tredici città pugliesi tra le prime cinquanta con la maglia nera. Un convegno sui giovani in fuga dalla Puglia tenuto a Martina Franca Martina e organizzato dalla Cgil ha esposto questo problema grave come una vera e propria piaga della regione. Martina Franca è la quarta delle tredici città da dove scappano i giovani in fuga dalla Puglia e tanti che finora sono partiti non sono più tornati.

Si tratta di un fenomeno che dal 2008 non accenna a fermarsi e che ogni anni coinvolge sempre tanti altri giovani under 30 che per motivi di lavoro decidono di fare le valigie e fuggire via. Ai primi posti delle città con maggior partenza di giovani vi sono Molfetta, Modugno e San Severo che detengono un triste primato, ben l’11.36% di giovani che non hanno fatto più ritorno.

Iniziative volte ai giovani in fuga dalla Puglia

La tavola rotonda tenuta dalla Cgil a Martina Franca per fare il punto della situazione sui giovani in fuga dalla Puglia è stata condotta da Attilio Romita e sono intervenuti anche il segretario generale della Cgil Puglia Pino Gesmundo, il segretario provinciale della Cgil Taranto Paolo Peluso, il presidente di Confindustria Puglia Domenico De Bartolomeo. A fare le conclusioni è stato Giuseppe Massafra, segretario nazionale della Cgil.

L’evento regionale si è tenuto presso l’auditorium del Divino Amore. Subito dopo l’apertura del convegno Pino Gesmundo ha detto: “Siamo preoccupati due volte: primo per il fenomeno in sé che se continuasse condannerebbe la nostra regione a un futuro di desertificazione sociale e secondo per la disattenzione e sottovalutazione del problema che abbiamo colto negli altri attori sociali, politici e istituzionali. Per questo motivo con il dipartimento Politiche giovanili abbiamo lanciato una campagna che parla ai giovani dei cento lavori precari, dei tirocini infiniti o stage truffa, per rimettere questo tema al centro dell’azione delle politiche di sviluppo. L’iniziativa di venerdì rientra in questa campagna, e abbiamo scelto Martina Franca perché quello tarantino è tra i territori che più ha avvertito il peso di questa emigrazione giovanile”.