Connect with us

Magazine

Il Dolmen di S. Silvestro a Giovinazzo ritenuto da alcuni studiosi il più completo d’Italia

Published

on

Dolmen di S. Silvestro

GIOVINAZZO – Luogo di arte e cultura sito a circa 20 km da Bari, Giovinazzo possiede tra le tante meraviglie anche il Dolmen di S. Silvestro risalente all’età del Bronzo, stessa epoca a cui risale anche il primo nucleo fondato dai peuceti con il nome di Netium. La tavola di pietra è stata scoperta nel 1961, quando furono iniziati dei lavori sulla strada provinciale Giovinazzo–Terlizzi. I lavori prevedevano la demolizione della specchia Scalfanario, una grande specchia di pietrame che ha permesso di rinvenire il dolmen ancora in ottimo stato.

La struttura del Dolmen di S. Silvestro

Insieme al Dolmen di S. Silvestro è stato scoperto un sito funerario risalente molto probabilmente all’Età del Bronzo (dal 2000 al 1000 a.C.). Il dolmen venne realizzato tramite il sistema del Trilitismo, all’epoca molto diffuso: infatti, il tumulo presenta una lunga galleria all’interno denominata dromos, costruita grazie a due lastroni di pietra infissi in verticale rispetto al terreno. Il dolmen è stato dunque coperto con altre lastre messe in orizzontale. Nella zona sud della galleria si trova un ambiente scoperto con pianta circolare chiamato tholos, che ha la forma di un tronco di cono al contrario. Invece, a nord si trova il piano di deposizione in cui sono stati rinvenuti resti umani probabilmente appartenuti a 13 individui della facies protoappenninica.

Altre scoperte oltre al Dolmen di S. Silvestro

Oltre al Dolmen di S. Silvestro sono stati scoperti altri strati archeologici in cui sono stati ritrovati altri resti umani risalenti a tempi antecedenti alla costruzione del dolmen. Il sito di S. Silvestro è ritenuto dagli studiosi uno tra i più completi d’Italia e ad oggi il luogo è visitabile all’accordo preso tra la Soprintendenza e il Comune di Giovinazzo.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

Vacanze brevi per gli italiani, Puglia in cima alla classifica

La Puglia è in testa alla classifica per le vacanze brevi che la maggior parte degli italiani trascorrerà in Italia

Published

on

Puglia vacanze brevi

Da un’indagine della Confcommercio è emerso che buona parte degli italiani quest’anno rimarrà in Italia e preferirà le vacanze brevi. In cima alla classifica delle destinazioni preferire c’è la Puglia, meta privilegiata per il suo mare stupendo. Nell’analisi è risultato che le persone che vanno in vacanza preferiscono non solo fermarsi per periodi più brevi, ma anche spendere meno. La percentuale di coloro chi ha già prenotato sale dal 31% di un mese fa al 41% di oggi, mentre la quota di coloro che non hanno prenotazioni da fare resta stabile al 15%. Questi sfruttano mezzi propri, pernottano in case di proprietà  oppure presso parenti o amici.

Privilegiato il mare anche per le vacanze brevi

Oltre un terzo degli intervistati ha risposto che,oltre a preferire le vacanze brevi, privilegia il mare alla montagna. Il 51% ha scelto il mare, mentre solo il 15% ha risposto di preferire la montagna. Invece, la percentuale di coloro che preferiscono andare nelle città, soprattutto in quelle d’arte, e nei piccoli borghi, è del 21%. La meta più ambita in Italia rimane la Puglia, mentre al secondo posto nella classifica c’è l’Emilia Romagna, e a seguire Toscana e Sicilia. Invece, la Sardegna passa in settima posizione, salendo di tre posti rispetto ad un mese fa in cui era quarta fa. Al quinto posto fra le mete preferite c’è la Liguria, mentre le mete estere più gettonate sono Grecia, Spagna, Francia e Croazia.

Grande successo per l’agriturismo

Oltre sette italiani su 10 andranno in agriturismo durante l’estate 2022 per trascorrere le vacanze o magari solo per una gita in giornata. L’indagine della Coldiretti mette in evidenza che l’agriturismo spesso viene scelto abbinato alla vacanza al mare o in montagna. Fra i motivi che spingono gli italiani a scegliere l’agriturismo c’è la voglia del contatto con la natura, l’enogastronomia e il desiderio di gustare ricette della tradizione. A dominare è sempre la scelta di spendere meno, viste le problematiche scatenate dal caro energia e dall’instabilità politica del paese, che pesano sulle partenze degli italiani.

Continue Reading

Trending