Ezio Mauro

Avrà luogo martedì 30 gennaio a Brindisi la presentazione del libro di Ezio Mauro, L’anno del ferro e del fuoco. La presentazione avverrà nella Sala Università di Palazzo Nervegna in via Duomo, dove l’autore potrà dialogare con la giornalista Annagrazia Angolano.

Ezio Mauro, ex direttore de La Repubblica, ha dichiarato in proposito del suo libro, dedicato alla Rivoluzione d’Ottobre, L’anno del ferro e del fuoco: ”Mi chiedevo quanto un amore potesse durare, così lontano e distante, senza contatti e senza più ragioni, custodito solo nella memoria, sfiorandosi. Avevo amato moltissimo la Russia…». Il libro trae spunto dalle vicende avvenute nel dicembre del 1916, a San Pietroburgo, dove venne ucciso con due colpi di pistola Rasputin.

A cento anni di distanza, Ezio Mauro torna a San Pietroburgo ed esplora i palazzi principeschi e gli angoli più bui ricalcando le orme di quei fatti che hanno segnato il corso di un anno terribile. Nel libro si passa dalla scoperta della città al racconto delle vicende in cui sono avvenute quelle vicende storiche, manifestando sentimenti contrastanti tra rabbia e paura e consapevolezza di quella tragedia che aveva colpito una popolazione stremata dalla guerra e dalla carestia.

Ezio Mauro, un autore poliedrico

Dal 1996 al gennaio 2016 Ezio Mauro è stato direttore di Repubblica. Mauro entra nel mondo della carta stampata nel 1972 collaborando con la Gazzetta del Popolo di Torino: in quel periodo si occupa del terrorismo nero degli anni di piombo. Nel 1981 passa a La Stampa, dal 1988 lavora per La Repubblica.

Nel 1990 torna a La Stampa prima nel ruolo di condirettore, poi di direttore. È autore di L’anno del ferro e del fuoco, Cronache di una rivoluzione (Feltrinelli 2017), e ha collaborato con Zygmunt Bauman nella scrittura di La felicità della democrazia, Un dialogo (2011) e Babel (2015), editi da Laterza.