Connect with us

Featured

Paolo Bonolis si racconta nel libro Perché parlavo da solo

Published

on

Paolo Bonolis

LIBRI – Si terrà il 25 ottobre la presentazione del libro di Paolo Bonolis Perché parlavo da solo. Il conduttore si racconta al pubblico barese al Teatro AncheCinema della città. L’evento avrà inizio alle ore 18:30. In questa occasione il conduttore istrionico e divertente si scoprirà al pubblico e farà conoscere loro un po’ di se, ovvero quella che è la sua vita oltre lo schermo. Nel libro Bonolis si svela dunque a cuore aperto e narra il lato più intimo di se.

Perché parlavo da solo libro divertente

Il conduttore di “Ciao Darwin” non mancherà in questo appuntamento con il pubblico barese di raccontare aneddoti curiosi e ricordi commoventi della sua vita privata. Nelle trecento pagine del libro Perché parlavo da solo dedica ai figli e a coloro che lo hanno apprezzato uno spaccato della sua vita, raccontato in modo intimo e ironico. Il lettore viene coinvolto nella sua ricerca del senso della vita e anche i suoi pensieri e le sue mille domande diventano spunto per esplorare e cercare di dare nuove risposte.

Paolo Bonolis e il suo incontro con Freddy Mercury

Tanti i personaggi che vengono anche nominati, ma alcuni lo hanno accompagnato nel suo percorso di vita e lavorativo. Tra questi troviamo Luca Laurenti, al suo fianco in tanti programmi di successo. Sul suo amico dice cose strabilianti, come ad esempio di quando erano a Formentera e si è mangiato la scatoletta di tonno del gatto. Fra i ricordi più importanti per Bonolis, e che ha anche menzionato nel libro, vi è quello con Freddy Mercury. Bonolis di averlo incontrato a 25 anni a una cena a Londra. Avevano iniziato a chiacchierare quando Freddy gli fece capire che voleva andare da qualche altra parte, ma lui mise subito le cose in chiaro. Insomma, un libro da leggere!

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement

Eventi in Puglia

A Mola di Bari lo spettacolo con Orelle a Palazzo Pesce

Published

on

A Mola di Bari lo spettacolo con Orelle a Palazzo Pesce

MOLA DI BARI – Si terrà a Palazzo Pesce di Mola di Bari lo spettacolo jazz con Orelle. L’evento si terrà il 26 ottobre 2019 alle ore 20:30.  L’artista si esibirà con la sua voce e il contrabbasso, accompagnata dal pianoforte di Domenico Cartago e da Giovanni Angelini alla batteria.

Con questo bellissimo concerto sarà possibile ascoltare i brani inediti e la splendida voce provenzale dell’artista. La sua verve cantautorale evoca suoni che fanno riferimento al filone del pop sperimentale con contaminazioni rock-jazz.

Spettacolo jazz imperdibile

Elisabetta Pasquale, in arte Orelle, è una giovane cantautrice e contrabbassista, che ha collaborato con talenti del calibro di Gregory Porter, Gino Paoli, Nada Malanima e Cristiano Godano. La giovane grazie al suo talento è spesso ospite in importanti festival internazionali musicali.

Fra questi vi sono anche quelli di Empoli Jazz Festival e Interfilm Festival di Berlino. C’è anche una discografia con un album d’esordio intitolato “Argo”. Questo album è stato definito ricercato ed elegante, ed eseguito anche molto bene.

Orelle sarà accompagnata da due artisti talentuosi

Nella splendida cornice della Sala etrusca affrescata stupendamente Orelle sarà accompagnata dal pianista e compositore Domenico Cartago, inconfondibile per il suo linguaggio personale grazie al quale passa dal jazz al pop e alla musica elettronica.

L’artista vanta un’ampia produzione discografica e nel febbraio 2019 ha pubblicato “No Gravity”, un disco del tutto improvvisato in cui sperimenta drum machine e synth.

Sul palco ci sarà anche Giovanni Angelini, batterista in grado di suonare qualsiasi genere musicale.

Nel 2015 ha vinto la prima edizione del ‘Locus Award’ e si è esibito con artisti importanti come Steve Potts, Juini Booth, Andy Davis e Gianni Lenoci

Continue Reading

Trending