Connect with us

Magazine

Medicina legale, anche foggiani alla kermesse

Published

on

Medicina legale, anche foggiani alla kermesse

Nel corso della scorsa settimana si è tenuta la kermesse mondiale sulla medicina legale a cui ha partecipato anche l’Istituto dell’università di Foggia. In California e più precisamente ad Anhaheim, per parlare di questo particolare argomento si sono riuniti tutti gli esperti provenienti da ogni parte del mondo. Si tratta di un congresso internazionale uno dei più importanti del settore forense guidato dai professori Pietrantonio Ricci e Luigi Cipolloni ha deciso di partecipare. La squadra presenterà le ricerche fatte nel territorio italiano.

Medicina legale, l’importanza del confronto

La kermesse internazionale di medicina legale si tiene per parlare di tutte quelle che sono le problematiche ancora da risolvere. La 72esima edizione della American Academy of Forensic Sciences si occupa di parlare di tutte le novità in questo campo confrontando un po’ i pareri di investigatori, genetisti, medici legale, scienziati e biologi. L’equipe dell’università di Foggia parlerà invece, di quelle che sono le ricerche italiane fatte e alcune anche molto importanti in questo settore. Il team è guidato oltre che dal professore Cipolloni anche dal dottor Francesco Sessa, Francesca Maglietta, Michela Ferrara e altri professionisti.

Le principali ricerche italiane

L’equipe dell’università di Foggia al Congresso di medicina legale ha detto la sua opinione sullo studio sperimentale sull’espressione alterata del miRNA nel danno d’organo encefalico. Inoltre, c’è anche una ricerca innovativa per definire il post mortem interval anche quando si trovano i resti scheletrici. Inoltre, hanno detto anche la sua opinione in merito ai casi di femminicidio che hanno interessato negativamente la Provincia e in che modo lavorarci. Non è la prima volta che un team di Foggia partecipa a questa manifestazione, infatti, già lo scorso anno a Baltimora avevano preso parte a questo importante congresso.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: Politecnico di Bari Poliba entrano nel PRN 4 nuovi professori - Fanpuglia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

Agriturismi in Puglia salvano il turismo 2021

Il turismo 2021 ha salvato gli agriturismi in Puglia

Published

on

agriturismi in Puglia

Quest’anno il turismo è stato salvato dagli agriturismi in Puglia. Grazie a queste strutture, infatti, coloro che hanno sentito l’esigenza di trascorrere momenti di relax e divertimento, e il turismo ha subito un incremento di incassi di oltre 1,6 miliardi di euro. E’ quanto ha stimato Coldiretti Puglia, che ha analizzato la situazione che si è registrata nei tre mesi della stagione estiva. Ora, però, visto che è subentrato il rientro nelle città, Coldiretti ha lanciato un allarme per il ritorno allo smart working. Le attività di ristorazione subiranno un altro contraccolpo per la riduzione dei consumi che saranno una conseguenza inevitabile del lavoro a casa.

Agriturismi in Puglia hanno aumentato i consumi

Dopo i segnali di ripresa, secondo Coldiretti Puglia il ritorno allo smart working avrà infatti conseguenze inevitabili sul sistema agroalimentare regionale, che dopo la fine del lockdown si era rimesso in attività. Il cibo, ha detto Coldiretti, è diventato la voce principale del budget delle famiglie in vacanza e circa un terzo della spesa di residenti e stranieri è destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, trattorie, pizzerie o agriturismi. Proprio gli agriturismi in Puglia sono stati i luoghi più frequentati nella regione. Queste strutture hanno consentito a tutti di immergersi nella natura e di gustare buon cibo all’aria aperta.

Cibo ruolo centrale nella vacanza made in Italy

Il presidente di Terranostra Puglia, Filippo De Miccolis, ha sottolineato che l’agriturismo e il cibo hanno una importanza fondamentale nella vacanza made in Italy. Queste strutture hanno consentito di far vivere le vacanze in sicurezza in un periodo di pandemia come quello attuale e hanno fatto avvicinare le persone alla natura senza rischi per la salute. Diverse strutture hanno anche fornito alloggi e  sistemazioni adatte per le famiglie e per tutti coloro che le hanno scelte anche per gustare cibo genuino e piatti della tradizione. Per tanti è stato come un vero ritorno alle origini, e su questa scia si continua a lavorare per dare il meglio agli ospiti.

Continue Reading

Trending