VIESTE – La storica scalinata di Vieste decorata con le romantiche frasi della canzone di Max Gazzè, La leggenda di Cristalda e Pizzomunno, ricorda la famosa leggenda e subito fa diffondere un appellativo per la città che viene denominata “la città dell’amore”. Una scelta che ha suscitato da un lato apprezzamenti ma dall’altro anche tante polemiche, tanto che da parte degli oppositori arriva una definizione non proprio bella, che appella la scalinata come “la scalinata della discordia” e non dell’amore.

Non tutti sono d’accordo con la decorazione

scalinata di Vieste
scalinata di Vieste
A non essere assolutamente d’accordo con le frasi riportate sulla scalinata di Vieste sono i Viestani più anziani, che ritengono la scalinata un ricordo da non toccare. Tuttavia, la curiosità suscitata da questo avvenimento ha fatto emergere tutta la bellezza e il fascino della leggenda di Cristalda e Pizzomunno, facendola diffondere anche fra coloro che non ne avevano mai sentito parlare. Secondo Francesco Gazzè, fratello di Max e autore della canzone, è stata invece una cosa meravigliosa quella della scalinata decorata con le frasi del suo brano e ha anche ringraziato il Comune per avere permesso l’opera.

La scalinata di Vieste rientra nell’ambito della rassegna Vieste in love

Questa magnifica storica scalinata di Vieste rientra nell’ambito della kermesse Vieste in love, evento che proseguirà fino all’8 settembre e che è stato voluto con forza dall’amministrazione. La città celebra dunque l’amore in tutti i sensi e non solo fra le persone ma anche verso gli animali, verso la natura e nei confronti di tutto ciò che ispira al romanticismo. Durante questa splendida rassegna saranno tanti gli eventi e gli appuntamenti che si susseguiranno, tutti all’insegna dell’amore!