Foggia: UIL, UILM e ADOC collaborano per il biglietto unico

Presso Foggia, i sindacati si uniscono sotto lo stemma della lotta comune per il biglietto unico, utilizzabile per vari tipi di trasporto urbano.

0
15
Foggia

Presso Foggia, la collaborazione tra UIL, UILM, e ADOC a seguito della riunione svoltasi il 17 Maggio, ha portato a una stesura unita del protocollo inviato alla presidente della provincia di Foggia .

“Biglietto unico integrato, più attenzione alle esigenze di lavoratori e pendolari, rinnovo del parco mezzi, maggiore integrazione ferro-gomma, potenziamento dei servizi di trasporto per Gargano e Monti Dauni, rilancio dell’aeroporto “Gino Lisa”, dell’Hub intermodale e del treno-tram”. Queste sono le principali richieste di solidarietà: “per rendere il Piano più conforme alle peculiarità del territorio e alle sue dinamiche di mobilità”,affermano Gianni Ricci, segretario generale UIL Foggia, Marcellino Miroballo, segretario generale UILM Foggia ed Enzo Pizzolo, Presidente Adoc Foggia.

“Condividiamo l’impostazione generale della bozza ma, a nostro giudizio, ci sono alcuni aspetti strategici irrinunciabili che, ci auguriamo, diventino parte integrante della programmazione in materia”,dichiarano Miroballo e Pizzolo.
La UIL-UILM-ADOC offre la possibilità di un biglietto unico integrato: “Nell’ottica di garantire servizi di TPL efficaci, efficienti, convenienti e socialmente equi, riteniamo non più differibile l’implementazione del biglietto unico integrato. Il criterio principale da soddisfare è, a nostro giudizio, l’indice di gradimento degli utenti rispetto alla proposta di servizi di TPL. A tale proposito, il biglietto unico integrato è, probabilmente, il viatico migliore per eliminare disagi e costi aggiuntivi che ricadono sulle spalle di utenti, cittadini, turisti, lavoratori e studenti pendolari. La soluzione potrebbe essere un ticket unico che permetta di fruire tanto delle corse ferroviarie tra i comuni della Capitanata, tanto di tutti i mezzi di trasporto su gomma erogati dalle società facenti parte del Cotrap”.

Sul rapporto “Gino Lisa”, Ricci, Miroballo e Pizzolo ribadiscono l’importanza del progetto: “Pur non rientrando nelle dirette competenze del Piano, le notizie positive in merito all’allungamento della pista e ai possibili scenari futuri, ci inducono a pensare che la questione aeroporto meriti uno sforzo di attenzione e una nuova programmazione. Uil Foggia, Uilm Foggia, Adoc Foggia ritengono indispensabile definire una nuova strategia di sviluppo che faccia del “Gino Lisa” un punto di riferimento nel sistema aeroportuale pugliese, italiano e per il collegamento con le Province limitrofe”.