Taranto verde
Studio100

Il comune di Taranto ha rilasciasto un comunicato nel quale informa dei dettagli della gara per la cura del verde cittadino:“La gara triennale del servizio di  gestione del verde pubblico, per un importo complessivo di € 14.813.730,94, è finalmente realtà. È stato, infatti, pubblicato il bando per l’affidamento del servizio che consentirà all’intera città di essere portata al livello di tutte le più grandi realtà europee che hanno intuito e fatto proprio il principio secondo il quale il verde rappresenta ed è una vera e propria infrastruttura. È impensabile che sino a prima dell’insediamento di questa amministrazione aree quali i parchi, le ville ed i cigli stradali fossero esclusi dal servizio di cura e manutenzione del verde. Una grande pecca che ci ha portati, sino ad ora, ovvero sino all’esaurimento degli appalti già in essere, a rincorrere l’emergenza.

“All’atto del conferimento della delega all’ambiente – informa l’assessore Viggiano – il Sindaco mi ha chiesto con forza che Taranto fosse portata ai più alti livelli di decoro urbano. Ed è proprio con questo obbiettivo che è stata plasmata l’intera attività amministrativa relativa alla cura e manutenzione del verde urbano. La direzione ambiente, cui va il mio personale ringraziamento, ha recepito e fatto propri questi obbiettivi, confezionando, a seguito di un lavoro complesso di censimento di tutte le alberature e le aree a verde, un servizio di alta qualità”.

“La cittadinanza – conclude l’assessore – chiede costantemente decoro e ha risposto con grande entusiasmo, dimostrando di aver recepito i due fondamentali messaggi lanciati dall’amministrazione: rendere Taranto una vera e propria capitale Green e un imponente salto di qualità al nostro senso civico. Sia chiaro, come istituzioni possiamo programmare anche cento interventi al giorno, ma se al temine di ogni pulizia alcuni nostri concittadini rispondono con atti vandalici e inciviltà, lo diciamo da subito, quella dell’amministrazione finisce per essere solo fatica sprecata. E migliaia di nostri euro buttati via”.

La scadenza del bando è fissata per giorno 11 settembre.