Connect with us

Sociale

Il Trullo Sovrano si accende di rosa per tenere alta l’attenzione sulla prevenzione del cancro al seno

Per sensibilizzare sulla prevenzione del tumore al seno il Trullo Sovrano si accende di rosa

Published

on

trullo sovrano alberobello diventa rosa

Una bella iniziativa è stata intrapresa ad Alberobello per la lotta contro il cancro il seno. Per sensibilizzare sulla prevenzione per questa malattia terribile, il Trullo Sovrano si accende di rosa. Uno dei simboli più importanti della città del trulli si è acceso di rosa per tenere alta l’attenzione sulla lotta contro il tumore al seno. Il faro che è stato posizionato sul trullo si accenderà fino alla fine del mese come segno di adesione a questa lotta importante. Sottoporsi ai controlli regolari è importante per arginare il problema quando ancora è allo stadio iniziale e avere maggiori probabilità di sconfiggerlo.

Il Trullo Sovrano si accende di rosa grazie ad un faro

La città di Alberobello ha anche promosso la ‘Nastro Rosa-LILT for Women’, una iniziativa della Lega italiana ideata per combattere contro i tumori. Il Trullo Sovrano diventa rosa grazie alla collaborazione con Anci, e il faro posto sul trullo verrà acceso ogni sera fino alla fine del mese di ottobre. Questo sito rientra fra i cinque del comune pugliese che festeggia quest’anno il 25esimo anniversario del riconoscimento a patrimonio dell’Unesco. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Unique Eventi ed Engie, che hanno partecipato per diffondere la cultura della prevenzione per la lotta al carcinoma al seno.

Dati interessanti sul tumore alla mammella

Nonostante sia meno  letale di un tempo, il tumore della mammella per le donne continua ad essere una malattia mortale. Cresce infatti l’incidenza e colpisce le donne che rientrano nella fascia 30-35 anni. Ogni anno proprio in questa fascia di età si registrano circa 55.000 nuove diagnosi. Si tratta di un dato elevato e quindi è evidente che la prevenzione non deve essere sottovalutata. Michele Longo, sindaco di Alberobello, ha detto che la luce rosa accesa sul trullo Sovrano vuol essere un rafforzamento su come la prevenzione sia importante. La cittadina ha sentito il dovere di aderire per essere vicina alle donne di tutto il mondo.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sociale

In Puglia un milione di euro l’anno fino al 2023 per sostegno ai bimbi con la Sma

Il sostegno ai bimbi con la Sma sarà garantito fino al 2023, lo conferma la Regione

Published

on

sostegno ai bimbi con la Sma

E’ stato approvato in Consiglio regionale pugliese il Rendiconto generale della Regione Puglia, che contiene fra le tante voci anche il sostegno ai bimbi con la Sma. La variazione di bilancio approvata dalla Commissione la bilancio del Consiglio regionale pugliese è stata votata dalla maggioranza, e ci sono stati solo tre voti contrari e un astenuto. I disegni di legge approvati riguardano il Rendiconto generale della Regione Puglia, bilancio consolidato, assestamento e variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2021 e pluriennale 2021-2023. Alle famiglie dei bimbi con la Sma, per supportarle nel loro difficile percorso, è stato assegnato un milione di euro all’anno.

Fino al 2023 sostegno ai bimbi con la Sma

Il sostegno ai bimbi contenuto nelle tante voci del Rendiconto generale della Regione Puglia sarà garantito fino al 2023. Invece, per semplificare le procedure riguardanti la prenotazione della terza dose per fare il vaccino anti-Covid19 mediante le farmacie convenzionate pubbliche e private sono stati stanziati 200mila euro. Un contributo straordinario, pari a 100mila euro, è stato previsto anche per supportare le attività di assistenza e pronto soccorso di cani e gatti randagi nei confronti dei Comuni pugliesi. Invece, è stato aumentato da 10 a 14 milioni di euro il contributo spettante ai Consorzi di bonifica.

Cambiamenti sulla norma di riordino dei Consorzi di bonifica

Oltre che aver inserito la voce riguardante il sostegno all’interno del Rendiconto generale della Regione Puglia è stata fatta anche la variazione alla legge di riordino dei Consorzi di bonifica, allo scopo di migliorare il sistema di controllo e vigilanza che la Regione Puglia esercita sugli atti dei Consorzi. La modifica si propone anche di rendere più semplici e snelli i procedimenti amministrativi. Le variazioni introdotte mirano ad inserire un controllo a campione sulle azioni da valutare per controllare se vi è legittimità, così da rafforzare i controlli all’interno dei Consorzi.

Continue Reading

Trending