Connect with us

Magazine

La Festa di San Martino a Lecce è stata un successo

Published

on

lecce Festa di San Martino

LECCE – Nella giornata di ieri, domenica 11 novembre 2018, ha avuto luogo la Festa di San Martino presso la Piazzetta Ludovico Ariosto e presso Piazza Bottazzi.

In occasione di questo festeggiamento, il vescovo di Tours simbolo di condivisione e solidarietà e figura legata al mondo rurale, il Comune di Lecce, in collaborazione con Campagna Amica, Coldiretti Lecce e Agrimercato Lecce, hanno pensato a un momento di condivisione e di promozione dei prodotti locali e di quelli tipici, il tutto accompagnato da musica dal vivo e da attività ricreative per bambini.

Domenica 11 novembre 2018, a partire dalle ore 11.30, sono state coinvolte le due piazze che ogni domenica sono solite accogliere i Mercati di Campagna Amica Lecce: Piazzetta Ludovico Ariosto e Piazza Bottazzi.

Piazzetta Ludovico Ariosto è stata animata da alcune attività di magia, di giocoleria e di truccabimbi dell’associazione “I fabbricanti di sogni” e dal Dj Set di Tobia Lamare. La musica dal vivo ha animato anche Piazza Bottazzi con il duo dei Cool Plecs, Marta De Giuseppe alla voce e Stefano Scuro alla voce, chitarra e loop station. In entrambe le piazze i visitatori hanno avuto l’opportunità di degustare gratuitamente i prodotti tipici locali e il vino locale.

“Abbiamo voluto celebrare questa festività tanto sentita da noi leccesi – ha dichiarato l’assessore alle Attività produttive, Agricoltura e Turismo, Paolo Foresio – portando nelle due piazze, da sempre vetrina dei nostri prodotti locali, delle attività di animazione e la possibilità di degustare i nostri prodotti tipici. Questa iniziativa è stata rivolta a tutti i cittadini e ai turisti che hanno avuto modo di conoscere e apprezzare la qualità e la genuinità dei nostri prodotti e le nostre tradizioni più antiche. É la prima volta che, grazie alla collaborazione dei commercianti e delle associazioni di categoria, sperimentiamo questa iniziativa che intende animare i mercati, farli vivere affiancando alla vendita dei prodotti la conoscenza del territorio e che proprio per questo siamo certi coinvolgerà tanti concittadini e visitatori”.

Editor di contenuti per il web, copywriter e social media manager, amo comunicare, i viaggi e il buon cibo. Durante i miei spostamenti mi perdo, immersa in luoghi da sogno e in altre culture, ma rimango, in fondo, una meridionale doc.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Viaggi

Nel porto di Brindisi si può ammirare il Monumento al Marinaio

Il Monumento al Marinaio è un omaggio ai caduti alto 54 metri

Published

on

Porto di Brindisi, il Monumento al Marinaio omaggio ai caduti

Alto 54 metri, il  Monumento al Marinaio è un omaggio ai caduti alto 54 metri che è stato realizzato nel 1993 per collocarlo nel porto di Brindisi. Il monumento è visibile da qualsiasi punto della città e dalla sua altezza si può godere una vista spettacolare su Brindisi. La statua si propone di celebrare tutti i marinai caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Infatti, fra il 1915 e il 1918 sono stati 33.900 gli uomini che hanno perso la vita e il maestoso monumento a forma di timone è stato realizzato per commemorarli.

Monumento al Marinaio si chiama “Sta come torre”

Realizzata dall’architetto Luigi Brunati e dallo scultore Amerigo Bartoli, l’opera si chiama “Sta come torre” ma tutti lo conoscono come il Monumento al Marinaio d’Italia. Alla base la scultura presenta una cripta a forma di scafo rovesciato e un altare con la statua della Vergine Stella Male. Come omaggio ai caduti sono stati apposti i nomi dei circa 6mila Marinai della Regia Marina Mercantile caduti dall’Unità d’Italia fino a quando il monumento è stato inaugurato. Inoltre, sono citate tutte le Medaglie d’Oro ottenute durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale sui quattro marmi bianchi posizionati sulle ultime 4 colonne del corridoio. Infine, sul piazzale antistante il monumento sono state collocate due ancore di proprietà dell’incrociatore austro-ungarico. Ci sono anche due cannoni austro-ungarici risalenti ad alcuni sommergibili.

Cosa c’è all’interno del monumento

Dentro il Monumento al Marinaio ci sono delle sale storiche in cui si possono ammirare oggetti e reperti come un fregio donato dalla Presidenza della Repubblica e l’urna contenente la sabbia di El Alamein. Inoltre, lungo le pareti delle scale interne c’è un percorso fotografico che narra il periodo dalla costruzione fino a quando il monumento è stato inaugurato. Dal terrazzo del monumento si può godere di una vista suggestiva su Brindisi. Per i cittadini questo monumento è diventato un vero e proprio simbolo e sono molto legati a quello che rappresenta, nonostante sia di epoca recente.

Continue Reading

Trending