Connect with us

Spettacolo

Furore per il brano La Vacinada, Zalone canta insieme a Helen Mirren

Published

on

Furore per il brano La Vacinada, Zalone  canta insieme alla Helen Mirren

Checco Zalone sa veramente come far ridere le persone e lo dimostra ancora una volta il video sul brano La Vacinada che circola in rete e che lui stesso ha pubblicato su Instagram. L’attore e comico pugliese canta insieme ad una protagonista d’eccezione, Helen Mirren, l’attrice Premio Oscar, per parlare ancora una volta dell’immunità di gregge con ironia. I due nel brano parlano della vaccinazione e sia il testo che come viene presentato ha suscitato grande successo. Infatti, il video è stato accolto benissimo e piace davvero tanto, come ogni cosa che fa Zalone, sempre sulla cresta dell’onda.

Checco Zalone canta con la Mirren La Vacinada

La Vacinada è un brano in cui Francisco Oscar Zalone parla delle speranze riposte nell’immunizzazione dal Covid. A bordo di una spider, l’attore è in viaggio e ad un certo punto si ferma vicino ad un muretto a secco, dove c’è anche la Mirren che cura le piante. Zalone chiede alla donna in spagnolo dove si trova la grotta Zinzulusa. La Mirren sta per indicargli la strada, ma improvvisamente Zalone nota nel braccio della donna il segno della dose inoculata. La visione fa scattare nell’attore una molla che lo fa innamorare,e anche a lei di lui. Anche se lei è indubbiamente più grande di età, Zalone con ironia dice che non gli importa.

Il video è diventato virale

Il comico è perdutamente innamorato e canta “miro el tu cuerpo con l’anticuerpo dell’AstraZeneca”. “A mi me gusta bailare con tigo, o vacinada”. La Mirren si scopre il braccio in maniera sensuale e gli fa vedere dove le è stato fatto il vaccino. Il video ha avuto talmente tanto successo che il brano La Vacinada è diventato virale e sta spopolando. Come sempre, l’attore ha colto nel segno e anche questa volta ha fatto centro. Lo scorso anno Zalone ha cantato il brano ‘Arriverà l’immunità di gregge’, ispirato a Domenico Modugno, in cui parlava della quarantena e che ha interpretato insieme a Virginia Raffaele.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Spettacolo

Anche a Deliceto girate alcune scene del corto C’era una volta in Puglia

Le riprese del corto C’era una volta in Puglia sono in programma dal 1 al 5 luglio

Published

on

C’era una volta in Puglia girato a Deliceto

DELICETO – Sono in programma dall’1 al 5 luglio le riprese del corto C’era una volta in Puglia che ha come tema le Masciare. Il film-documentario è un lavoro che sta vedendo la luce grazie al supporto della Regione Puglia, della Apulia Film Commission e dell’Unione Europea. La tematica della pellicola si basa sulle storie perdute del folklore pugliese e l’attenzione in particolare verrà dedicata alle “Masciare“. Queste non sono altro che delle streghe che, stando a quanto tramandato dalle tradizioni, svolgevano i loro sortilegi anche nel territorio pugliese. Nel film documentario si alterneranno, in un mix fra fantasia e realtà, i racconti di anziani, studiosi e scrittori che daranno vita a queste mitiche figure e daranno, in un certo senso, modo di incontrarle.

Il regista del corto C’era una volta in Puglia è Nadir  Mura

La figura delle Masciare emergerà dunque nel corto C’era una volta in Puglia che le rievocherà nei luoghi familiari della regione. Le riprese del corto si svolgeranno a Bari, Lecce, Ruvo di Piglia e anche nel piccolo borgo di Deliceto, un comune affascinante di epoca medievale.Il regista del film documentario è Nadir Mura, videomaker, artista, ideatore e conduttore di format TV famosi, mentre la produzione è di Tam Tam Coop. Nadir Mura è nato a Valona, in Albania, il 21 Febbraio 1969 a Valona, da una famiglia modesta.

Mura ha lavorato per tv molto importanti

Nel 1993 il giovane viene in Italia e diventa cittadino Italiano dal 1998. Appassionato sin da piccolo dal’arte della magia, debutta per la prima volta a 14 anni alla varietà dei professionisti della città natale e a 16 anni fioccano i primi contratti con le altre città dell’Albania. Nel periodo della guerra civile migra in Grecia, nella speranza di ritrovare il ceppo dell’albero genealogico della sua famiglia, visto che il nonno era nato e cresciuto a Giannina, ma era stato costretto a rimanere in Albania per via della dittatura. Ha lavorato in Grecia come illusionista nelle tv più importanti come Sky, Mega, Antenna.

Continue Reading

Trending