Home Magazine La classifica QS mette in fila le migliori università italiane per trovare lavoro

La classifica QS mette in fila le migliori università italiane per trovare lavoro

by Giusy
classifica QS

STUDENTI – La classifica QS seleziona le migliori università italiane in base agli sbocchi lavorativi che offrono ai laureati, vediamo quali sono. La classifica fatta dal QS World University Rankings 2020 vuole dare ai giovani una risposta per aiutarli a scegliere con criterio l’ateneo dove studiare. Il ranking ha voluto prendere in considerazione solo gli atenei che hanno deciso di prendere parte all’analisi. In Italia sono sedici università che vi hanno preso parte, ma con sorpresa non è presente la Bocconi di Milano.

Nella classifica QS al primo posto in Italia il Politecnico di Milano

Nel contesto nazionale della classifica QS al primo posto si conferma il Politecnico di Milano, che nella classifica globale occupa la 41^ posizione. Secondo l’indicatore “Graduate Employment Rate, che tiene conto dei laureati che trovano lavoro ad un anno dalla laurea, l’ateneo meneghino è al quinto nel mondo. Nella nuova classifica QS mondiale sale invece all’84° posto l’Università di Bologna, così come La Sapienza di Roma che è salita di cinque gradini. Anche il Politecnico di Torino ha conquistato delle posizioni in avanti, e dalla fascia 121-130 è passato a quella 111-120. A seguire, tra la 121^ e la 130^ posizione, troviamo l’Università Cattolica del Sacro Cuore, mentre nella fascia 151-160 c’è l’Università di Padova.

Al primo mondo nella classifica mondiale la Mit

Sempre nelle fasce successive della classifica QS troviamo l’Università di Pisa (161-170), la Statale di Milano, l’Università di Torino e l’Università di Trento, queste ultime tre però nella fascia 201-250. Dopo questa fascia e fino alla 500 troviamo l’università Federico II di Napoli, la Ca’ Foscari di Venezia, l’Università di Pavia, l’Università Tor Vergata di Roma, l’Università Milano-Bicocca e l’Università di Verona. Al primo posto nella classifica mondiale c’è la Mit (Massachusetts Insititute of Technology), seguita dalla Stanford University e dalla University of California di Los Angeles (Ucla).

Related Articles