Connect with us

Tech

Ict pugliese è in crescita, difficile però trovare personale qualificato

E’ in netta ripresa l’Ict pugliese, ma reperire personale qualificato è difficile

Published

on

ict pugliese

Dopo il calo del 2,4% registrato nel 2020, l’Ict pugliese è in netto recupero. Il mercato del digitale sta infatti recuperando le posizione che aveva conquistato negli ultimi anni e in modo abbastanza rapido. Tuttavia, trovare personale qualificato è difficile, e il sistema universitario riesce a formarne solo in parte. I risultati di Exprivia, che opera nell’Ict ed è quotata al mercato Mta della Borsa di Milano, parlano chiaro. Il fatturato di questo big player nel primo trimestre è passando da 38 a 41 milioni, con una crescita del 5,4% rispetto allo stesso periodo del 2020. Anche la redditività cresce, ed è stata del 12,7 per cento nel 2020.

Ripresa netta dell’Ict pugliese

Gianni Sebastiano, investor relation del gruppo guidato da Domenico Favuzzi, ha sottolineato che le aziende stanno recuperando redditività perché stanno mettendo più digitalizzazione nei loro processi. Questo incide molto su costi ed efficienza, una lezione che la pandemia ha insegnato e che stanno seguendo in molti. La Spa, una delle più quotate nell’Ict pugliese, mira a consolidare la crescita che in questi mesi ha registrato in tutti i mercati in cui è presente come sistem integrator. Nei programmi di sviluppo aziendale il settore in questi mesi non ha registrato grossi cambiamenti. Una novità è il nuovo edificio del gruppo Fincons di Milano che sta sorgendo vicino l’aeroporto di Bari.

Occorrono risorse adeguate per il comparto

Il gruppo sta realizzando il “Future Gateway”, volto ad accogliere anche start-up locali, spazi per la ricerca e innovazione. Entro l’anno sarà pronto il nuovo insediamento, che è tecnologicamente avanzato e avrà la capacità di ospitare 1.000 professionisti di It consulting. L’altro polo di Ict regionale è Lecce, che fa riferimento all’università, come fa Bari che punta su ateneo e Politecnico, centri formativi strategici per far crescere il comparto e far reperire facilmente personale qualificato. L’Ict pugliese promette costantemente nuovi posti di lavoro, la ripresa c’è e avere a disposizione risorse adeguate farà crescere l’occupazione.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tech

Intelligenza artificiale per Covid, pubblicate due tesi a UniSalento

Published

on

intelligenza artificiale per covid

All’Università del Salento sono state pubblicate due testi di laurea di due laureati, e il tema di una di esse riguarda l’intelligenza artificiale per Covid, per riconoscere automaticamente la malattia con i raggi X. L’altro argomento della tesi riguarda come diagnosticare il tumore al colon retto con le immagini istologiche. Le tematiche scelte dai due laureati, che hanno concluso brillantemente il percorso di studi laureandosi in “Computer engineering”, sono di enorme importanza, tanto che sono state pubblicate su riviste scientifiche internazionali. Il professor Cosimo Distante, docente di “Computer Vision” a UniSalento e relatore delle due tesi, ha detto che una buona tesi di laurea è una grande occasione per accedere al mondo del lavoro.

L’intelligenza artificiale per Covid argomento di portata internazionale

Il professore ha sottolineato anche che nel caso dei neo dottori Vantaggiato e Paladini hanno anche il merito di aver avuto il coraggio di mettersi in gioco. I due giovani sono stati presso l’Università di Valenciennes in Francia per ultimare la loro tesi, proprio durante il picco della pandemia. E’ ovvio che hanno adottato tutte le precauzioni per non essere contagiati, e quando sono rientrati hanno ultimato la loro tesi. I risultati ottenuti dimostrano che l’Università del Salento forma veri talenti, giovani che hanno coraggio e bravura da vendere, e che possono dare un grosso contributo in determinati settori. La tematica dell’intelligenza artificiale per Covid è certamente un argomento di risonanza internazionale.

Con i raggi X al torace arriva la diagnosi del covid

Edoardo Vantaggiato ha dimostrato nella sua tesi che l’intelligenza artificiale per Covid permette di diagnosticarlo con una precisione del 98% da RX eseguendo i raggi X al torace. Il metodo si basa su reti neurali profonde e usa le potenzialità di apparecchiature dotate di schede grafiche (GPU), che vengono utilizzate attualmente per i giochi. In alcuni millisecondi viene effettuata la diagnosi, quindi ancor prima di quanto impiega il tampone. Il lavoro del giovane laureato è stato pubblicato su “MDPI Sensors”.

Continue Reading

Trending