Connect with us

Tech

All’Ospedale Di Venere arriva l’ecografo B e K Specto

L’ecografo B e K Specto è stato donato da M.I.Cro Italia ODV

Published

on

ecografo b e k specto

L’associazione M.I.Cro Italia ODV ha donato l’ecografo B e K Specto all’ospedale Di Venere,che permette di lavorare con una tecnologia nuovissima e mininvasiva, unica in Puglia. L’ecografo consentirà di eseguire diagnosi accurate su tutte le patologie che hanno a che fare con l’apparato ano-rettale. L’ecografo è stato concesso in comodato d’uso gratuito e a tempo indeterminato. L’associazione M.I.Cro Italia ODV, che assiste le persone con malattie infiammatorie croniche intestinali, collabora con i reparti di Endoscopia digestiva e Chirurgia generale della ASL, con l’ambulatorio di Malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) e con l’ambulatorio di Proctologia dell’azienda ospedaliera di Carbonara.

L’ecografo B e K Specto apparecchio di nuova generazione

Dotato di sonda endocavitaria volumetrica a 360 gradi e tecnologia 3D, l’ecografo B e K Specto permette di eseguire su tutti i pazienti affetti da malattie croniche intestinali e disturbi come ascessi, fistole, incontinenza, disturbi sfinteriali, disturbi del pavimento pelvico. Inoltre, permette anche di analizzare patologie neoplastiche e tumori, e capire con esattezza di cosa si tratta per poter intervenire in modo mirato. La responsabile dell’ambulatorio di Proctologia dell’Ospedale di Venere, la dottoressa Ivana Giannini, ha detto che la precisione diagnostica dell’ecografo nella patologia perianale è perfino superiore alla risonanza magnetica. I pazienti non dovranno attendere a lungo e svolgeranno l’esame rapidamente, in meno di due minuti.

L’equipe del Di Venere qualificata e competente

La presenza dell’ecografo B e K Specto e la bravura e l’eccellenza dell’equipe del Di Venere accrescono i risultati e permettono ai pazienti di trovare le soluzioni per curarsi e l’assistenza migliore. Antonio Sanguedolce, direttore generale della struttura, ha detto che l’’interazione fra la professionalità e  macchinari all’avanguardia incrementerà i risultati. Il direttore ha manifestato i ringraziamenti all’associazione per aver donato un apparecchio così importante e così all’avanguardia, che apporterà notevoli benefici ai pazienti e consentirà loro di essere assistiti al meglio. Il direttore medico della struttura Vincenzo Fortunato ha detto che l’ospedale Di Venere è un importante punto di riferimento per Bari e il resto della provincia.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tech

Grotte di Castellana protagoniste di un esperimento di digital value sharing

L’ esperimento di digital value sharing è frutto di una partnership tra MarTa e le Grotte di Castellana

Published

on

Grotte di Castellana Marta

Sabato 11 dicembre si è svolto nella caverna della Grave delle Grotte di Castellana un innovativo esperimento di digital value sharing, frutto di una partnership tra MarTa e le stesse grotte. L’esperimento ha avuto come obiettivo quello di valorizzare il patrimonio culturale, ambientale e turistico, ma anche di attivare una rete territoriale mirata a scambiarsi valori, attrattività e conoscenza. L’avvio dell’esperimento è stato dato in occasione dell’evento “Valorizzare il patrimonio culturale: la sfida di coniugare sostenibilità, innovazione e territorialità”, patrocinato dall’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e del Politecnico di Bari, svoltosi appunto nella caverna della Grave delle Grotte di Castellana.

Esperimento innovativo di digital value sharing

Durante l’esperimento di digital value sharing sono  intervenuti illustri relatori ed è stata posta massima attenzione al tema della valorizzazione del patrimonio, percorrendo la sostenibilità, l’innovazione e la territorialità. Lo scopo è quello favorire lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio. Sono intervenuti per i saluti istituzionali Francesco De Ruvo, sindaco di Castellana-Grotte, il rettore dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Stefano Bronzini, il rettore del Politecnico di Bari, Francesco Cupertino, direttore del Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Riccardo Pagano, Presidente della Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali e presidente della BCC di Castellana-Grotte Agusto dell’Erba.

Presente anche Eva Degl’Innocenti, direttrice del MArTA

Erano presenti all’evento anche il presidente del CdA della Grotte di Castellana srl Victor Casulli, l’onorevole Ubaldo Pagano, componente della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati e la senatrice Patty L’Abbate, componente della Commissione Territorio, Ambiente e Beni Ambientali del Senato della Repubblica. Hanno relazionato l’evento Eva Degl’Innocenti, la direttrice del MArTA, il docente Giuliano Volpe dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e presidente emerito del Consiglio Superiore dei beni culturali e paesaggistici del MiBACT, il docente Stefano Miani dell’Università degli Studi di Udine e il docente Stefano Dell’Atti dell’Università degli Studi di Foggia.

Continue Reading

Trending