Connect with us

Tech

Smartworking in Puglia, 4 giovani baresi lanciano una startup innovativa

Il progetto di Uao!, vincitore del bando Pin della Regione, punta sullo smartworking in Puglia

Published

on

smartworking in Puglia

L’innovativo progetto della start up Uao!, vincitore del bando Pin della Regione, ha come fulcro centrale quello di incentivare lo smartworking in Puglia. Svolgere il lavoro agile in luoghi non convenzionali come masserie, b&b e centri storici è quanto si propone il progetto per attirare imprese e idee nel territorio pugliese. Oltre che essere una delle mete preferite per le vacanze, la Puglia potrebbe dunque diventare anche location privilegiata per lavorare in smartworking, rilassandosi magari a bordo piscina in una delle tante masserie del territorio, oppure lavorando in una delle tante case di un centro storico. Le prospettive lavorative sono state stravolte dalla pandemia, e l’idea di smaterializzare la sede fissa in cui lavorare si fa sempre più pressante.

La start up vuole incentivare lo smartworking in Puglia

La giovane startup barese vincitrice del bando Pin 2021 della Regione Puglia propone alle imprese che vogliono offrire questi servizi ai propri dipendenti uno strumento innovativo. Fondato da 4 ventenni, il progetto di Uao! vuole essere uno strumento di ‘benessere’ aziendale, offrendo soluzioni in luoghi insoliti, che nulla hanno a che vedere con quelli convenzionali. Al momento la startup sta lavorando per completare la piattaforma che permetterà di rendere automatici la registrazione delle strutture e l’acquisizione dei clienti. Entro fine anno-inizio 2022 il progetto dovrebbe partire a pieno regime.

La Puglia al centro del progetto di Uao!

Nel progetto di Uao! al centro c’è la Puglia, meta turistica famosa e ricercata da turisti di tutto il mondo. Per i ragazzi del progetto la regione possiede tutto quanto si può desiderare per lavorare in smartworking e loro stessi, reduci da esperienze all’estero, confermano che il territorio offre il meglio per diventare anche più produttivi. La scelta di investire in un settore che nei prossimi anni sarà sempre più centrale, a prescindere dal Covid, è scaturita dal fatto che in Puglia, meglio che in altri posti, ci sono le condizioni per lavorare in smartworking. Inoltre, molte aziende già da adesso stanno pensando di fare un misto tra agile e in presenza, il che potrebbe aprire anche ulteriori prospettive e vantaggi.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tech

Microsoft Italia punta sulla Puglia, a dirlo è proprio l’ad del colosso informatico

Arriva proprio dall’ad la notizia che Microsoft Italia punta sulla Puglia

Published

on

Microsoft Italia Puglia

La notizia che Microsoft Italia punta sulla Puglia è stata resa nota proprio dall’ad del colosso informatico, che ha sottolineato come la regione sul digitale può dare esiti come la Lombardia. Il gigante dell’informatica ha aperto a Molfetta il primo centro del Sud dedicato alla formazione gratuita per pmi e pubbliche amministrazioni. Si tratta di un progetto ambizioso che aprirà la strada agli investimenti per unificare il Paese sul digitale. Il South innovation center si trova all’interno della Hevolus innovation della città pugliese, punto di riferimento nel mondo della realtà aumentata e virtuale e partner di Microsoft.

Con l’apertura del centro Microsoft Italia punta sulla Puglia

Nel South Innovation center di Molfetta ci si potrà confrontare su casi d’uso reali e testare le potenzialità e il funzionamento di tecnologie e dispositivi di nuova generazione. Progettato per consentire ad aziende e professionisti del Sud Italia di toccare il valore del digitale con mano per la crescita e la resilienza, lo spazio si pone come punto di riferimento locale per supportare la trasformazione digitale di settori importanti come il retail e il manufacturing, oppure la la pubblica amministrazione, che possono stimolare il rilancio di un’area colpita duramente dalla pandemia, ma che contribuisce circa al 20% del Pil nazionale.

Il digitale deve essere accessibile a tutti

Con l’apertura di questo centro è chiaro come Microsoft Italia punta sulla Puglia, offrendo formazione gratuita, in modalità fisica o virtuale. Insieme ad Hevolus, Microsoft metterà al servizio delle realtà locali le competenze necessarie per aiutarle ad approfittare dei vantaggi delle nuove tecnologie. L’iniziativa mira ad accelerare la trasformazione digitale delle Pmi e della Pal del Mezzogiorno, e rientra nell’impegno di Microsoft per la formazione e la cultura digitale che sta alla base del piano quinquennale Ambizione Italia #DigitalRestart. Antonio Squeo, chief innovation officer di Hevolus Innovation, ha sottolineato che tutti devono poter accedere alle nuove tecnologie in maniera semplice, senza avere conoscenze informatiche particolari, e usando liberamente i dispositivi che sanno utilizzare meglio.

Continue Reading

Trending