Connect with us

Turismo

Gravina in Puglia, il castello di Garagnone è stato acquistato dal Parco dell’Alta Murgia

Il castello di Garagnone è una fortezza diroccata in cima ad una collina

Published

on

Castello di Garagnone Puglia

Noto anche con il nome di Rocca invisibile, il castello di Garagnone a Gravina in Puglia è un vero e proprio simbolo per la cittadina pugliese, ed anche una delle attrazioni più importanti sia perché è suggestivo, sia perché è molto amato dagli escursionisti. La novità su questa fortezza diroccata in cima ad una collina è quella di essere stato acquistato dal Parco nazionale dell’Alta Murgia e quindi si prepara a diventare ufficialmente un bene pubblico. Si tratta di un risultato ottenuto grazie alla delibera presidenziale che il parco ha emanato di recente, e ha dato avvio alla procedura per acquistare l’antico maniero federiciano.

Il Parco nazionale dell’Alta Murgia acquisterà il maniero

La procedura che porterà all’acquisto del castello di Garagnone a Gravina in Puglia da parte del Parco nazionale dell’Alta Murgia avverrà tramite l’esercizio del diritto di riscatto. Questo maniero fa parte di una triade di monumenti prestigiosa, in cui sono compresi anche meraviglie uniche come Castel del Monte e il castello di Gravina. I tre edifici si trovano nel parco e sono stati eretti per volontà dell’imperatore svevo Federico II. Il castello è stato costruito durante il regno degli Altavilla, quindi in epoca normanna, e venne ricostruito successivamente nel 1220 a scopo difensivo. Ad oggi del castello rimangono le rovine, assolutamente affascinanti, che si ergono in cima alla collina.

Migliore tutela del castello di Garagnone

Le rovine del castello di Garagnone a Gravina in Puglia, situate sul costone murgiano, sono oggetto di interesse di tantissimi visitatori che giungono fin qui per ammirarle. Francesco Tarantini, presidente del parco, ha sottolineato che l’acquisto del Parco nazionale dell’Alta Murgia è un importante passo avanti per garantire una tutela migliore del bene e anche una migliore fruizione, considerato che si tratta di un elemento di attrazione molto forte, che porta nella zona tantissimi visitatori. L’acquisto da parte del parco permetterà di valorizzarlo e di migliorare anche l’offerta turistica del parco, realizzando un percorso specifico, che comprenda i siti che si trovano nell’agro di Spinazzola.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

Vacanze brevi per gli italiani, Puglia in cima alla classifica

La Puglia è in testa alla classifica per le vacanze brevi che la maggior parte degli italiani trascorrerà in Italia

Published

on

Puglia vacanze brevi

Da un’indagine della Confcommercio è emerso che buona parte degli italiani quest’anno rimarrà in Italia e preferirà le vacanze brevi. In cima alla classifica delle destinazioni preferire c’è la Puglia, meta privilegiata per il suo mare stupendo. Nell’analisi è risultato che le persone che vanno in vacanza preferiscono non solo fermarsi per periodi più brevi, ma anche spendere meno. La percentuale di coloro chi ha già prenotato sale dal 31% di un mese fa al 41% di oggi, mentre la quota di coloro che non hanno prenotazioni da fare resta stabile al 15%. Questi sfruttano mezzi propri, pernottano in case di proprietà  oppure presso parenti o amici.

Privilegiato il mare anche per le vacanze brevi

Oltre un terzo degli intervistati ha risposto che,oltre a preferire le vacanze brevi, privilegia il mare alla montagna. Il 51% ha scelto il mare, mentre solo il 15% ha risposto di preferire la montagna. Invece, la percentuale di coloro che preferiscono andare nelle città, soprattutto in quelle d’arte, e nei piccoli borghi, è del 21%. La meta più ambita in Italia rimane la Puglia, mentre al secondo posto nella classifica c’è l’Emilia Romagna, e a seguire Toscana e Sicilia. Invece, la Sardegna passa in settima posizione, salendo di tre posti rispetto ad un mese fa in cui era quarta fa. Al quinto posto fra le mete preferite c’è la Liguria, mentre le mete estere più gettonate sono Grecia, Spagna, Francia e Croazia.

Grande successo per l’agriturismo

Oltre sette italiani su 10 andranno in agriturismo durante l’estate 2022 per trascorrere le vacanze o magari solo per una gita in giornata. L’indagine della Coldiretti mette in evidenza che l’agriturismo spesso viene scelto abbinato alla vacanza al mare o in montagna. Fra i motivi che spingono gli italiani a scegliere l’agriturismo c’è la voglia del contatto con la natura, l’enogastronomia e il desiderio di gustare ricette della tradizione. A dominare è sempre la scelta di spendere meno, viste le problematiche scatenate dal caro energia e dall’instabilità politica del paese, che pesano sulle partenze degli italiani.

Continue Reading

Trending