Connect with us

Turismo

Grotte di Castellana riaprono il 26 giugno 2020

Published

on

grotte di castellana

CASTELLANA GROTTE – Le Grotte si potranno ammirare di nuovo dopo il lockdown il prossimo 26 giugno.

L’organizzazione delle grotte Puglia informa che si rispetteranno le regole anti-contagio per gli accessi. In più, i turisti che vogliono venire a visitare le grotte possono farlo solo se dotati di mascherina. Si misurerà la temperatura prima di entrare e ci sarà gel disinfettante a disposizione.

Qualche tempo fa, il responsabile della task force Pierluigi Lopalco aveva visitato le grotte di Castellana Puglia per verificare la zona. In più, l’organizzazione assicura le traduzioni in lingua inglese e in LIS. Infatti, questi servizi saranno messi a disposizione offline.

Grotte di Castellana prezzi e orari

Per le Grotte di Castellana, ecco quali sono gli orari. Per le visite in lingua italiana da 100 minuti (Grotte Bianca) gli orari sono:

  • 09.00,
  • 10.00,
  • 11.00,
  • 12.00,
  • 14.00,
  • 15.00,
  • 16.00.
  • 17.00.

Le visite in lingua inglese sono invece alle ore:

  • 10.00,
  • 12.00,
  • 15.00,
  • 17.00.

Infine, le visite con percorso da 50 minuti in italiano hanno i seguenti orari:

  • 10.30,
  • 11.30,
  • 13.00,
  • 14.30,
  • 15.30,
  • 18.00.

L’organizzazione permette di organizzare visite guidate in tedesco o in francese su prenotazione. Infine, per prenotare una visita guidata, si può telefonare al numero 080.4998221, oppure inviare una mail all’indirizzo segreteria@grottedicastellana.it.

30 minuti prima della visita alle grotte in Puglia, ci si deve presentare con il modulo compilato. Per grotte di Castellana informazioni e modulo, si può andare sul sito ufficiale.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

A Bari record di visite per World Press Photo

Al World Press Photo 15mila visitatori in un mese

Published

on

Bari World Press Photo

Ha registrato un boom di visitatori la mostra di fotografia World Press Photo che si è tenuta al teatro Margherita di Bari. In un mese la mostra ha superato i 15mila visitatori, segnando una edizione dei record per il 2021. Si tratta della mostra di fotogiornalismo più importante al mondo  che è stata inaugurata lo scorso 14 ottobre. Nel capoluogo pugliese la mostra è giunta alla sua ottava edizione, e anche in passato era stata un evento di successo. Infatti, nel primo fine settimana di apertura aveva già festeggiato il record di oltre 3mila ingressi. Dalla prima edizione a quella attuale che si è conclusa da poco il numero di visitatori è cresciuto enormemente, fino a diventare davvero strepitoso.

World Press Photo numero di visitatori record

Per ammirare i 159 scatti dei fotografi vincitori della 64° edizione della mostra fotografica World Press Photo, hanno affollato l’ampio spazio espositivo fotografi professionisti e amatoriali, famiglie, studenti e gruppi, tutti ovviamente nel pieno rispetto della normativa anti Covi19. Gli scatti esposti alla mostra sono stati divisi in otto sezioni: Contemporary Issues, Environment, General News, Long-Term Projects, Nature, Portraits, Sports, Spot News. La scorsa settimana gli organizzatori hanno deciso di prolungare il termine della mostra di sette giorni. Infatti, invece che chiudere il 14 di novembre la chiusura è stata prevista per il 21. Il motivo è stato quello di permettere a tutti l’accesso nel pieno rispetto delle misure di sicurezza.

La mostra è organizzata da Cime

Il prolungamento della durata della mostra fotografica World Press Photo ha permesso anche numerose classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado che di Bari e provincia di visitarla. I ragazzi sono stati accompagnati alla mostra dai propri docenti. Fino a domenica 21 novembre, termine ultimo alle ore 22, è stato dunque possibile visitare l’esposizione nel magnifico teatro Margherita. Come ogni anno la mostra è organizzata da CIME, gruppo pugliese attivo da diversi anni nell’organizzazione di eventi e tra i più importanti partner europei della Fondazione World Press Photo di Amsterdam.

Continue Reading

Trending