Connect with us

Magazine

Musei Puglia: +40% di visite secondo il Mibact

Published

on

musei puglia

BARI – I musei Puglia offrono ottimi risultati secondo il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Infatti, secondo il Mibact, dal 2014 al 2019, i musei pugliesi hanno ottenuto il 40% in più di visitatori.

Nello specifico, si passa dai 553.782 ingressi del 2014 ai 775.555 del 2019. Quali sono i musei Puglia più apprezzati? Ecco la classifica:

  1. Castel del Monte ad Andria;
  2. Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia;
  3. Parco Archeologico di Siponto;
  4.  Castello Svevo di Bari;
  5. Museo Archeologico Nazionale di Taranto (MarTa);
  6. Castello Svevo di Trani;
  7. Museo e la zona archeologica di Egnazia;
  8. Museo Nazionale Archeologico di Altamura;
  9. Galleria Nazionale della Puglia a Bitonto;
  10. Antiquarium di Canne della Battaglia.

Per visitare i musei Puglia, si può consultare la nostra lista di musei che sono gratis nella prima domenica del mese. Infatti, qui si possono trovare anche tutti i riferimenti per poter prenotare dove c’è bisogno o chiedere informazioni prima di venire in Puglia da turisti.

I dati si sono calcolati in base ai biglietti venduti nel periodo oggetto di esame. Un ottimo risultato, visto anche che le prime posizioni si riferiscono a luoghi di provincia, quindi di alta attrattiva turistica anche se si tratta di piccoli centri.

Ovviamente, anche i grandi centri non sono da meno, per una Puglia che si conferma turistica tutto l’anno!

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Curiosità

Tre sorelle pugliesi hanno dato vita a CanguroLab

CanguroLab è un portale gratuito dove si può trovare di tutto

Published

on

CanguroLab

Creato da tre sorelle pugliesi, CanguroLab è il sito delle mamme digitali dove si possono trovare vestiti, giochi, attrezzature, cure per i bimbi e tanto altro, e per averli a casa basta solo un clic. Ideale per le famiglie con bimbi da crescere, che hanno sempre più spesso bisogno di aiuto per trovare l’insegnante migliore, la babysitter più affidabile, il pediatra più esperto, ma anche eventi, corsi e molto altro. Oltre agli acquisti, quindi, ci sono anche tanti aiuti che in passato era possibile reperire dai vicini di casa. In pratica, si tratta di un mondo dedicato interamente ai bambini.

CanguroLab è un piccolo borgo online

Quello che distingue CanguroLab è il fatto di essere stato concepito come un piccolo borgo online, dove chiunque può trovare consigli e aiuti per assicurare il benessere ai propri bimbi. Il sito è stato fondato da tre sorelle originarie di San Marco la Catola, un comune foggiano, che hanno deciso di mettere insieme le loro competenze per dare vita ad un nuovo progetto per l’infanzia, ma in particolare per mamme e papà. Rossella Fascia, 47 anni,ha detto che vivendo in un paese di circa duemila abitanti partire per lavoro è inevitabile. Lei è un’insegnante montessoriana e ha lavorato a Londra come nanny full time, mentre Donatella, 45 anni, ha lavorato sempre negli studi notarili. Invece, Genny, che ha 42 anni, è avvocato internazionalista.

Le tre sorelle sono tornate in Italia e hanno aperto il sito

Il loro obiettivo, con la creazione di CanguroLab, è quello di ricreare sul web il concetto di comunità come aiuto per i genitori che devono crescere i figli e trovare tutto ciò di cui si ha bisogno con un clic. Professionisti, insegnanti, corsi, eventi, c’è tutto nel sito e le mamme sono attive in qualsiasi città d’Italia. Grazie agli scambi online le famiglie possono trovare i produttori più vicini, fare acquisti sostenibili e viene data maggiore visibilità a tutto ciò che è solidale. Tutto questo, si trasformerà in altri servizi entro la fine dell’anno.

Continue Reading

Trending