Connect with us

Turismo

Turismo: startup ridisegnano futuro del settore

Published

on

turismo

BARI Turismo in ginocchio? Anche no per le startup, che cercano soluzioni alternative anche per questo importante settore per la Puglia.

Infatti, l’associazione Startup Turismo ha messo in campo la forza di circa 120 imprese per poter vedere come risollevare diversi tipi di turismo in base alle esigenze dei singoli territori.

Così, ci sono 3 imprese che hanno creato delle app per gli albergatori. L’obiettivo è gestire i check-in online, senza bisogno che ci sia fisicamente una persona H24. L’app permette all’albergatore di dare gli accessi alla stanza al turista in arrivo senza essere in sede.

In più, per gestire la sanificazione, c’è un’app che permette di calendarizzare gli interventi delle aziende di settore e di ridurre così il minimo i costi sfruttando una pianificazione efficiente. Il turismo culturale non si ferma. Per questo, tra le idee c’è quella di creare un nuovo modo di pianificare l’esperienza dei turisti: più si sentiranno felici, più avranno voglia di tornare!

Altre app garantiscono un turismo personalizzato. Il turista è appassionato di vela? Ci sarà la soluzione per pianificare le gite in barca. Serve privacy? Ci sono app per trovare una villa comoda dove alloggiare. Tra le altre idee ci sono:

  • il busrapido per gestire i trasporti in navetta per il turismo Puglia;
  • informazioni sulle regole da seguire anti-contagio anche negli uffici pubblici;
  • i posti migliori per il turismo rurale e di prossimità;
  • la valorizzazione dei beni culturali con giochi ricchi di storie;
  • sistemi per trovare i migliori chef del territorio;
  • giftcard per chi ama scoprire la Natura;
  • titoli obbligazionari che trasformano la vacanza in un investimento.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

Vacanze brevi per gli italiani, Puglia in cima alla classifica

La Puglia è in testa alla classifica per le vacanze brevi che la maggior parte degli italiani trascorrerà in Italia

Published

on

Puglia vacanze brevi

Da un’indagine della Confcommercio è emerso che buona parte degli italiani quest’anno rimarrà in Italia e preferirà le vacanze brevi. In cima alla classifica delle destinazioni preferire c’è la Puglia, meta privilegiata per il suo mare stupendo. Nell’analisi è risultato che le persone che vanno in vacanza preferiscono non solo fermarsi per periodi più brevi, ma anche spendere meno. La percentuale di coloro chi ha già prenotato sale dal 31% di un mese fa al 41% di oggi, mentre la quota di coloro che non hanno prenotazioni da fare resta stabile al 15%. Questi sfruttano mezzi propri, pernottano in case di proprietà  oppure presso parenti o amici.

Privilegiato il mare anche per le vacanze brevi

Oltre un terzo degli intervistati ha risposto che,oltre a preferire le vacanze brevi, privilegia il mare alla montagna. Il 51% ha scelto il mare, mentre solo il 15% ha risposto di preferire la montagna. Invece, la percentuale di coloro che preferiscono andare nelle città, soprattutto in quelle d’arte, e nei piccoli borghi, è del 21%. La meta più ambita in Italia rimane la Puglia, mentre al secondo posto nella classifica c’è l’Emilia Romagna, e a seguire Toscana e Sicilia. Invece, la Sardegna passa in settima posizione, salendo di tre posti rispetto ad un mese fa in cui era quarta fa. Al quinto posto fra le mete preferite c’è la Liguria, mentre le mete estere più gettonate sono Grecia, Spagna, Francia e Croazia.

Grande successo per l’agriturismo

Oltre sette italiani su 10 andranno in agriturismo durante l’estate 2022 per trascorrere le vacanze o magari solo per una gita in giornata. L’indagine della Coldiretti mette in evidenza che l’agriturismo spesso viene scelto abbinato alla vacanza al mare o in montagna. Fra i motivi che spingono gli italiani a scegliere l’agriturismo c’è la voglia del contatto con la natura, l’enogastronomia e il desiderio di gustare ricette della tradizione. A dominare è sempre la scelta di spendere meno, viste le problematiche scatenate dal caro energia e dall’instabilità politica del paese, che pesano sulle partenze degli italiani.

Continue Reading

Trending